Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

cittprotag01Comunicato Ufficio stampa Associazione Culturale Cittadini Protagonisti - Todi.

Sono ormai passati più di dieci anni dalla prima edizione di “Tuder Cuoca” la gara di cucina tra le frazioni ed i rioni di Todi, primo evento organizzato dall’Associazione “Cittadini Protagonisti”.

E da, quel che ci sembra ormai lontanissimo, ottobre 2007 molte iniziative hanno visto la nostra associazione in prima linea. Dalla 2^ edizione di "Tudercuoca" alle tre edizioni di "Tuderdog"; da "La via dei presepi" a "La voce di Todi", dal "Corso di inglese per gli operatori commerciali" alle tante altre attività culturali, forse meno note, ma per noi e, ci piace pensare anche per la città, altrettanto importanti.

Ci siamo divertiti ad organizzare le “nostre” manifestazioni e ci siamo sentiti gratificati dall’inconsueto, almeno per Todi, apprezzamento “bipartisan” e pressoché unanime ricevuto, ma la nostra associazione non era nata, o per lo meno non era nata solo per organizzare eventi. Le cose che fin dall’inizio ci eravamo proposti di fare erano molte e molto diversificate. Alcune le abbiamo fatte, altre sono state fatte proprie da altri, molte sono rimaste solo dei nostri "sogni".

Il nostro scopo era ed è rimasto quello di rendere i cittadini, tutti i cittadini, protagonisti nella città, attori della vita sociale ma anche decisivi in tutte quelle scelte delle quali andranno poi a subire le conseguenze. Da ciò il nostro continuo, forse eccessivo, richiamo alla partecipazione che dovrebbe essere costantemente ricercata, alla trasparenza che dovrebbe essere comunque garantita ed alla condivisione delle scelte che dovrebbe essere sempre perseguita.
Dieci anni di attività, tra entusiasmi e "scazzi", attivismo e "cali di tensione", ma anche serie riflessioni sulle finalità e sulle strategie del nostro impegno civico.
Riflessioni che ci hanno confermato la convinzione che, forse mai come oggi, la partecipazione, la trasparenza e la condivisione delle scelte siano fondamentali per costruire una città migliore.

Ed allora abbiamo deciso di "rilanciare". Partendo con quello che abbiamo già dimostrato di saper fare, dall'organizzazione di un evento, "Aspettando i fuochi", il giorno della Festa della Consolazione realizzato in collaborazione con Etab, Caffè della Consolazione ed Insomnia Events.

Ce ne saranno sicuramente anche altri di eventi, che vogliamo tutti economicamente autosufficienti per non sottrarre quelle risorse necessarie per pensare innovativi progetti ad alto moltiplicatore che solo un'amministrazione avveduta può programmare e gestire, e dislocati su tutto il territorio per coinvolgere equamente il maggior numero di cittadini possibile.
Abbiamo già in cantiere un innovativo progetto per il prossimo Natale, stiamo pensando di riproporre per il prossimo anno una rivisitazione di "TuderCuoca" e "TuderDog" e probabilmente non ci fermeremo qui.

Ma non saranno le attività "ludiche", che negli ultimi tempi in città hanno raggiunto livelli "quantitativi" molto importanti, che caratterizzeranno la nostra azione.

E' a buon punto un nostro progetto per recupero funzionale di due importanti "spazi" cittadini che a breve proporremo all'Amministrazione Comunale, lavoreremo per l'introduzione del bilancio partecipato e del referendum propositivo, per portare a compimento quel baratto amministrativo ultimamente riproposto e già impantanato in sterili diatribe politiche, ci faremo promotori di una "Consulta dei territori e delle attività produttive" un organismo di indirizzo e controllo che coinvolga i corpi sociali intermedi, riproporremo la creazione di una cooperativa partecipata dal Comune di Todi a cui affidare molti dei servizi che già di prassi vengono appaltati, stiamo valutando l'opportunità di farci promotori dell'introduzione di una "moneta locale" (SCEC) che "indirizzi" gli acquisti sul territorio, pensiamo di rilanciare l'idea di una dinamica struttura che accompagni gli operatori economici per l'accesso ai finanziamenti.....

Iniziative in cui crediamo, ma che non fanno venir meno la necessità di ripensare il futuro della città. Conservare il presente non basta più. Le varie amministrazioni che si sono succedute hanno sempre orgogliosamente rivendicato i buoni risultati delle presenze turistiche facendoci così intendere quale ritengano sia il nostro futuro, ma, nonostante questo, le attività economiche presenti sul territorio faticano a tirare avanti ed è sempre più difficile, per i nostri giovani e non solo, trovare qui un posto di lavoro degno di tale nome. E' vero, stiamo vivendo un periodo di crisi generale ma, secondo noi, c'è comunque qualcosa che non torna. E per questo ci siamo posti come priorità la creazione di "laboratori tematici" che, con l'apporto delle necessarie competenze presenti sul territorio, possano proporre indirizzi ed obiettivi di medio-lungo periodo per ridisegnare il futuro della città.

Il nostro è un progetto ambizioso. Alcune cose le possiamo fare anche da soli e le faremo, per realizzarne molte altre speriamo di avere la capacità di coinvolgere nel progetto quanti più cittadini, associazioni, categorie produttive e forze politiche possibile che con il loro impegno, le loro idee e le loro proposte possano contribuire a dare un'aspettativa di un futuro migliore alla nostra città.

Commenti   

#6 Pino 2018-09-02 01:08
@Bertini
Da vedere se poi non li avranno.
A maggior ragione verrei capire come mai certe manifestazioni e/o idee tornano in auge ora: mi illumina lei o torno a pensare al paese di Don Camillo e Peppone?
Citazione | Segnala all'amministratore
#5 mpierdomenico 2018-09-01 12:23
A mio parere e al di là dei gusti personali che poco contano plaudo a qualsiasi tipo di iniziativa messa in campo. Penso di spere cosa costa in impegno ed anche economicamente. Mi auguro due cose: 1. che le associazioni che ricevono contributi finalizzati rendano pubblici i resoonti economici pre e post evento. 2. che le programmazioni siano impostate con il coinvolgimento di tutti i soggetti organizzativi di tutti gli eventi previsti in città al fine di ridurre al massimo sovrapposizioni (come accduto di frequente) ed una maggiore distribuzione nell'arco dell'anno. Una preghiera invece per quegli eventi "rumorosi" affinchè ci sia un maggior controllo sull'inquinamento acustico. Per l'accesso ztl è un po' più complesso...
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 Filippo Linotti 2018-08-30 18:45
Infatti Bruno, ma che ci vuoi fare!!!
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 brunobertin 2018-08-30 16:25
@Pino
Mi permetto di invitarla a leggere con un pò più di attenzione quello che va a commentare. Per facilitarle il compito Le riporto solo una frase:
"eventi, che vogliamo tutti economicamente autosufficienti per non sottrarre quelle risorse necessarie per pensare innovativi progetti ad alto moltiplicatore che solo un'amministrazione avveduta può programmare e gestire" Credo che non ci sia da aggiungere altro.
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 Pino 2018-08-30 10:38
Cambia colore, si spostano in maniera più sostanziosa i soldi dei patrocini e ripartono certe associazioni e si fermano altre ... il paese di Peppone e Don Camillo siamo
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Fabio Canneori 2018-08-27 17:20
In bocca al lupo,Tudercuoca sicuramente da riproporre.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER