Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

zafferano


Primo evento a Todi dedicato allo zafferano, coltivazione della quale è stata riscoperta l'antica origine anche nel territorio tuderte e che è stata reintrodotta in tempi recenti


Una giornata con la regina delle spezie, lo zafferano. E’ quella in programma a Todi, sabato 13 ottobre, su iniziativa dell’Istituto Agrario Ciuffelli e di Monte Mascarano, un’azienda locale già attiva da dieci anni nel settore.

Obiettivo dell’evento è quello di riaffermare come la coltivazione dello zafferano abbia radici storiche profonde nel territorio tuderte, al pari di quanto sostenuto in altre realtà dell’Umbria particolarmente vocate. La giornata si articolerà in quattro momenti.

Al mattino, al teatro della Cittadella Agraria, con inizio alle 10:30, si terrà un seminario che vedrà sei interventi di diverso tenore, dallo storico-culturale a quello economico-produttivo. Si alterneranno al microfono, coordinati dal giornalista Gilberto Santucci, Maria Pia Fanciulli della Fondazione Barbanera, Luciano Giacchè, già docente di antropologia dell’alimentazione dell’Università di Perugia, Marcello Rinaldi, dirigente del Ciuffelli, Elena e Michele Adanti dell’azienda Monte Mascarano, Alessandro Mazzuoli e Claudio Giampiccolo dell’Associazione nazionale Zafferano Italiano.

Al termine del convegno – preceduta da una degustazione al sapor di zafferano con i formaggi Montecristo, il gelato Pianegiani, il pane Passagrilli, il miele e l’olio Monte Mascarano – è prevista una visita guidata allo zafferaneto in fioritura in località Montesanto.

A seguire, alle 18:30, presso la sala delle Pietre dei Palazzi comunali si terrà invece una degustazione guidata a cura di Promocamera, con Silvana Favetti Andreani che proporrà antiche ricette umbre allo zafferano e l’utilizzo nella cucina umbra contemporanea.

Nota di Gilberto Santucci - Istituto Agrario Todi

   
© ALLROUNDER