Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

gysday2018


Mercoledì 14 Novembre nell'aula Magna della Cittadella Agraria protagoniste la cultura geografica e le tecnologie GIS.


Todi sarà una delle dodici città italiane sede di uno degli eventi del GIS Day, giornata che vede protagoniste la cultura geografica e le tecnologie GIS in più di 80 Paesi, coinvolgendo istituzioni, enti, aziende, università e, appunto, scuole, per mostrare le possibilità di applicazione di questi sistemi nella vita quotidiana.

L’appuntamento tuderte, organizzato da TeamDev e dall’Istituto Ciuffelli, si terrà mercoledì 14 novembre, alle ore 15:30, nell’aula magna della Cittadella Agraria.
Il GIS Day, portato in Umbria per la prima volta nel 2012 sempre da TeamDev e dal Ciuffelli, è promosso dalla National Geographic Society, dalla Association of American Geographers, dalla UCGIS (University Consortium for Geographic Information Science), dalla United States Geological Survey, dalla Library of Congress, e da numerose aziende leader del settore IT tra cui Sun Microsystems, Hewlett-Packard e Esri.
L’iniziativa vedrà la presentazione di numerosi casi d’uso di tecnologie software, dati e soluzioni applicative nei più diversi settori di attività, quali politica, istruzione e imprenditorialità che utilizzano quotidianamente questi sistemi.

Tra gli interventi quelli di Rossella Mele di “Save the Children” sul “Viaggio nelle periferie educative attraverso le mappe”, Linda Fidanza dell’associazione Asia su “Il Gis per mappare 30 anni di progetti in ASIA” e Alberto Fiorillo di Legambiente su “Una piattaforma di Crowdsourcing online per mappare le piccole associazioni che operano a Roma”.
Non mancheranno altri contributi riferiti alla realtà regionale: Mauro Gramaccia del Parco 3A “La Storymap per la divulgazione del Registro regionale delle risorse genetiche autoctone”, Paolo Stranieri e Roberto Crea di Arpa Umbria “Hot Spot: la piattaforma GIS in supporto al monitoraggio ambientale”; Paolo Ciaccasassi dell’Ufficio speciale ricostruzione “L’ultimo sisma in Umbria: il GIS come strumento di gestione delle emergenze”.

In programma anche altri sei interventi sui temi dell’istruzione e formazione, della cooperazione internazionale e dell’assistenza a persone a rischio di marginalità sociale.

Qui il programma degli interventi di Todi: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-gisday-2018-in-umbria-51806160621?fbclid=IwAR07HJBLDewqwKIoLfSZcqKfU2dyQ0nnCvuQfeB98v1CP0wtsUMY1WodxR0

Approfondimento e dichiarazioni
Insieme agli ospiti convenuti verranno mostrate le applicazioni innovative di tecnologia, raccolta dati, visualizzazione delle informazioni geospaziali, e pensiero guidato attraverso la tecnologia deiSistemiInformativiGeografici (GIS) nel campo del sociale, della cooperazione internazionale, del sostegno all’infanzia, del monitoraggio ambientale, della tutela delle biodiversità, della formazione, della gestione di emergenze, risorse e rischi ambientali, come supporto ad azioni, cambiamenti, progetti importanti.

Più di 18 anni fa, l'avvocato dei consumatori Ralph Nader ha presentato un'idea al fondatore e presidente di Esri, Jack Dangermond: dedica un giorno a mostrare come l'intelligenza geografica tocchi tutti. Ciò ha portato all'istituzione del GIS Day, che è stato osservato per la prima volta nel 1999. L'esplosione della tecnologia geospaziale da allora ha ampliato quell'idea in un evento globale che dimostra fino a che punto il GIS si estende alla vita delle persone e un forum per gli utenti dove mostrare le loro unicherealizzazioni GIS.

“La geografia è un qualcosa di stupendo – dice Antonio Natale, GIS Manager di TeamDev – perché ti permette di guardare e parlare di qualsiasi argomento dove la componente spaziale rivesta un ruolo critico. Fare il geografo non significa fare il tuttologo. Fare il geografo significa ascoltare, fare domande agli esperti di dominio (ma anche alle persone comuni) e pensare spazialmente alla comprensione di un bisogno e alla risoluzione di un problema: domandare, raccogliere, esplorare, analizzare e agire”.

Questo novembre, Todi si unirà a centinaia di organizzazioni provenienti dal Nord America, dal Sud America, dall'Europa, dall'Africa, dall'Asia e dall'Australia per ospitare incontri che serviranno ad accendere l'immaginazione dei futuri innovatori geospaziali che faranno avanzare il pianeta usando GIS.

“Siamo felici di organizzare una giornata in cui si parla di GIS, uno strumento che noi conosciamo bene perché ci lavoriamo tutti i giorni e con questo evento vogliamo farlo conoscere a tutti, grazie anche ai nostri partner e clienti che condivideranno i progetti realizzati. Siamo contenti di tornare quest’ anno nella prestigiosa sede dell’Istituto agrario più antico d’Italia, che ha visto celebrare il nostro primo GISDAY nel 2012. “ – il team di gisAction

"Questo è un evento straordinario in cui tutti i nostri utenti in tutto il mondo si riuniscono per apprezzare il lavoro degli altri, sia che si tratti di intervenire come primi soccorritori nelle zone di piena e incendi o di trovare il posto migliore per aprire una nuova attività", ha affermato Dangermond. "Dovremmo essere orgogliosi dei risultati ottenuti dai nostri utenti nel campo del GIS, e questo è un modo per festeggiarlo, quindi grazie per tutto il tuo lavoro."

L'iniziativa vuole proporre la geografia come passpartout multidisciplinare per l’interpretazione del mondo cercando di connettere ciò che è disgiunto, o meglio, che “è stato” disgiunto. Da qui la realizzazione all'interno dell'Istituto Agrario di Todi del progetto “LABORATORIO GIS e PRECISION FARMING” che rappresenta un Laboratorio Sperimentale e Didattico sulle tecnologie GIS (Sistemi Informativi Geografici) e sull’applicazione del Precision farming alla gestione della pratica agricola, nato da una convenzione stipulata tra l’Istituto d’Istruzione Superiore “Ciuffelli – Einaudi” e TeamDev S.r.l.

La struttura realizzata, oltre ad essere stata dotata di software GIS e di strumentazione, tra le più innovative disponibili oggi sul mercato, per l’acquisizione e per l’analisi dei dati, possiede un ampio spazio didattico e sperimentale grazie alla partecipazione attiva della Fattoria Didattica dell’Istituto.
Due sono le componenti principali del progetto “LABORATORIO GIS e PRECISION FARMING”: la Ricerca e la Didattica.

di Gilberto Santucci - Istituto Agrario Ciuffelli Todi

   
© ALLROUNDER