Bruno Bertini
   
Serena Assistenza
   

sagrascottadito


Dal 28 Giugno al 7 Luglio, presso l’area del campo sportivo vecchio di Monte Castello di Vibio.


Sarà per le specialità culinarie, per le proposte dei migliori complessi a livello nazionale, per il fresco o per l’area del Pub “Summer”, ma ogni anno sono sempre più numerosi coloro che affollano la sagra montecastellese che vede indiscusso protagonista l’agnello scottadito, preparato con la tradizionale ricetta locale e particolarmente apprezzato non solo dai locali, ma da gente che abita i comuni limitrofi e persino lontani come Roma e Milano.

È l’occasione per ritrovarsi insieme agli amici di sempre, trascorrere una serata in allegria e riassaporare la sana vita, che solo i piccoli borghi possono garantire.

Ma ogni stagione porta la sua novità e quest’anno saranno proposti l’agnello fritto, Venerdì e Domenica, e gli arrosticini di pecora tutte le sere. Ma non è solo questa la novità, come spiega il Presidente del Comitato Campo Vecchio Lanfranco Marchetti, che ci tiene a sottolineare la serata del 2 Luglio, quando la Pro Loco di Fratta Todina proporrà la sua specialità: la Parmigiana. Il favore sarà ricambiato dall’associazione montecastellese Campo Vecchio, che ad Agosto esporterà a Fratta Todina l’agnello scottadito.

Si è ulteriormente implementata la collaborazione tra queste due vicine frazioni, che vanno oltre il campanilismo, perché solo questa è la strada ce può portare lontano. Data l’importanza della festa e la gente che richiama, la sagra è stata prolungata di un giorno.

Per quanto riguarda la musica, aprirà il gruppo “UNATANTUM”, poi si esibiranno nell’ordine: “ANDREA BARBANERA”, “MANUEL MALANOTTE”, “MIRKO & ILARIA”, “RITA BRAIDA”, “ERIKA CLERINI”, “MATTEO TASSI”, “ROBERTO MADONIA”, “MORENA CIUCCI”, chiuderà la festa “VINCENZI”.

Anche il “Summer Pub” proporrà ogni sera i migliori D.J. su piazza e ospiterà il torneo di “Calciobalilla umano” che riscuote sempre un bel successo.
Il Comitato ringrazia sin da ora tutti coloro che a vario titolo hanno lavorato e continueranno a farlo durante tutta la festa, sacrificando tempo e affetti, pur di mantenere questa tradizione, e si augura che sempre più siano coloro che sceglieranno Monte Castello di Vibio per gustarsi questa festa.

di Simone Mazzi

   
© ALLROUNDER