Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

regicanalimostra«Noi pensiamo che senza l’arte non si possa vivere». Ecco perché “L’arte e la vita, una cosa sola”.

E’ questa l’essenza della mostra che, con il patrocinio del Comune di Todi, si inaugura venerdì 21 luglio al Caffè del Teatro di Todi, dove sarà ospitata fino al prossimo 30 luglio.
Trenta le opere che sarà possibile ammirare: 15 dipinti realizzati da Donatella Regi Canali e altrettanti scatti di Art DeFabio, fotografo che vive a San Francisco ma che, innamorato di Todi e dell’Umbria, ha voluto rendere così omaggio a questa terra ricca e suggestiva.
«Quando dipingo, dono la mia anima», spiega Regi Canali, diplomata in pittura presso l’Accademia di Belle arti di Firenze e docente di arte e immagine alla scuola media Cocchi di Todi. I tratti, i colori e le sperimentazioni della pittrice attraversano nature morte, personaggi femminili – da cui l’artista è particolarmente affascinata – scorci, vicoli e piazze del borgo di Todi.

«Molti soggetti – spiega – fanno ripensare alla nostra civiltà contadina», disegnando un tratto che non è soltanto arte, ma tradizione e cultura.
Una essenza simile a quella che è possibile ritrovare dentro le foto di Art DeFabio, che ha fermato paesaggi e volti della città e del suo territorio e che intende, con la sua opera, dare senso compiuto alla universalità e alla solidarietà dell’arte. Una delle sue foto – una grande aquila simbolo di Todi al cui interno sono raffigurati i volti di decine di personaggi locali – sarà venduta al miglior offerente e il ricavato verrà donato per intero per il restauro di un’opera d’arte della città.
Un ulteriore elemento che conferma come l’arte e la vita siano davvero una cosa sola.
La mostra sarà inaugurata venerdì 21 alle 18.30. Proseguirà dal 22 al 30 luglio con apertura al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 20.

   
© ALLROUNDER