Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

dogliosolidarietdi Simone Mazzi.

Come da tradizione, anche quest'anno, a Doglio di Monte Castello di Vibio, l’associazione Sant’Antonio da Padova, nelle serate del 12 e 14 agosto 2017, ha organizzato delle iniziative finalizzate alla raccolta fondi a sostegno delle attività del "Comitato per la vita Daniele Chianelli" dove, accanto alla buona musica e alla degustazione di prodotti locali, sono stati raccolti fondi in favore della suddetta associazione che promuove la ricerca scientifica a beneficio dei malati di leucemia e di altre malattie rare. L’associazione, da molti anni ormai, ritiene utile e necessario finalizzare le proprie attività di volontariato nel campo del sociale e, soprattutto, per promuovere la ricerca contro il cancro.

Nella serata del 14 agosto, in particolare, di fronte ad un pubblico di oltre 150 persone, si è parlato di lotta alla leucemia. Hanno preso parte alla serata il Presidente del "Comitato per la vita Daniele Chianelli" Franco Chianelli, ed il prof. Brunangelo Falini direttore della struttura complessa di Ematologia dell'Ospedale di Perugia nonché ematologo di fama mondiale, che hanno parlato rispettivamente, delle importanti attività svolte dal Comitato Chianelli nei suoi 27 anni di vita e della ricerca nel campo dei linfomi e delle leucemie, della loro diagnosi e terapia.
Franco Chianelli, coadiuvato da supporti multimediali, ha ripercorso le tappe che dal 1990, anno della nascita della fondazione da lui presieduta, hanno portato fino ai giorni nostri e che hanno visto la realizzazione di importanti investimenti e donazioni per la sanità pubblica e per il sostegno a malati e famiglie come, ad esempio, la realizzazione del nuovo Residence posto nelle immediate vicinanze dell'ospedale di Perugia cui ha fatto visita, nel 2016, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Nel corso della propria attività il Comitato Chianelli, ha spiegato il presidente, ha effettuato oltre 15 milioni di investimenti in gran parte raccolti proprio attraverso l'opera di volontari come nel caso della piccola frazione di Doglio.
Il professor Falini, con l'ausilio di alcune diapositive, ha spiegato che, in Italia, ogni anno vengono diagnosticati circa 2500 nuovi casi di leucemia acuta mieloide, la forma più comune nell’adulto, un tumore derivante dalla trasformazione delle cellule staminali del midollo osseo da normali a maligne, ad opera di alterazioni che colpiscono il Dna di queste stesse cellule.
Grazie agli straordinari risultati di ricerca in campo ematologico cui ha contribuito moltissimo anche il professor Falini ed il suo gruppo di ricerca legate alla mutazione del gene Braf nella leucemia a cellule capellute con un farmaco cosiddetto intelligente, oggi è possibile guarire circa l'80% dei pazienti.
La conferenza si è conclusa con l'auspicio da parte di professor Falini di proseguire il lavoro svolto per dare continuità alla ricerca scientifica e fondate speranze ai pazienti di tutto il mondo.
A nome dell'associazione, Massimo Baccaille, ha spiegato che ogni anno nel mese di agosto vengono raccolti fondi che vengono messi a disposizione del Comitato per la vita ed in 17 anni sono stati raccolti in loco ben 37.000,00 Euro. Per questo ha voluto ringraziare tutti i volontari della frazione nonché tutti coloro che prendono parte alle varie iniziative che si impegnano con passione e generosità per questi importanti obbiettivi.

   
© ALLROUNDER