Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   
   

ETABComunicato stampa La Consolazione E.T.A.B.

Una gradevole e intensa mattinata, presso la Sala Giunta del Comune di Todi, all’insegna dell’affetto per il Tempio della Consolazione, prestigioso simbolo di Todi e del Rinascimento italiano. L’occasione è stata offerta dalla cerimonia per la premiazione dei vincitori della 5° edizione del concorso fotografico indetto da “La Consolazione –ETAB “: Polvere di stelle sul Tempio della Consolazione”. Presenti il Sindaco, Avv. Antonino Ruggiano, i componenti della Giuria: Prof. Roberto Steve Gobesso, Dr. Filippo Orsini e Paolo Frongia Presidente di Etab.

UNUmACgYLLISComunicato stampa UNU unonell'unico.

UNU unonell’unico è lieto di presentare la mostra di Lucy MacGillis: C’era una volta un frate, che sarà inaugurata Venerdì 8 Dicembre 2017 alle ore 17:17 presso lo spazio espositivo UNU unonell’unico di via Mercato Vecchio, 16 a Todi (Perugia). L’esposizione, che sarà visibile fino a Sabato 6 Gennaio 2018, è un omaggio alla figura di Jacopone da Todi (1230-1236? - 1304-1306?), uno dei più grandi poeti della letteratura italiana di sempre e uno dei francescani più affascinanti nella storia dell’Ordine minoritico sullo scorcio del XIII secolo.

La scelta di proporre l’artista americana Lucy MacGillis, residente in Umbria da anni, persegue l’intento di Carlo Primieri – ideatore dello spazio e della mostra – di far dialogare culture diverse e di mostrare come un artista contemporaneo si relazioni con il sacro e la figura di Jacopone.

25novembreComunicato stampa Coordinamento donne di Todi.

Oggi 25 Novembre 2017, le donne del Coordinamento di Todi organizzano un’iniziativa in occasione della celebrazione della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza di genere” volta a sensibilizzare le persone sul tema della violenza di genere, che viene definita dalla Convenzione di Istanbul (ratificata dall’Italia nel 2013) come quel particolare tipo di violenza che ha per oggetto le donne in quanto tali e che indica la violenza contro le donne come “violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne, comprendente tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o sono suscettibili di provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica, che nella vita privata”.

Gli Stati e le istituzioni sono impegnati a dare attuazione alla Convenzione che invita ad adottare strumenti di prevenzione del fenomeno della violenza, che ha radici culturali e sociali e a favorire l’accesso delle donne ai servizi per uscire dalla spirale della violenza.

montecastellodivibiodi Simone Mazzi.

Tutto pronto per i festeggiamenti del Natale a Monte Castello di Vibio. Non è facile rinnovare l’interesse di una manifestazione come ce ne sono tante in questo periodo che va dal Natale all’Epifania, ma questo settimo anno per i ragazzi della Pro Loco, non sembra risentire della crisi. Non si taglia, anzi si raddoppia l’impegno per il bene del paese e così "Il Paese del Natale", si colora ogni anno di nuove attrazioni.

domenicagentiledi Simone Mazzi.

Complice una giornata un po’ fresca ma con il sole che ha sempre sorriso fino al tramonto, a Monte Castello di Vibio si è vissuta una vera e propria giornata di festa. Il paese, uno de "I Borghi più belli d'Italia", fa parte dei circuiti di Cittaslow, Strada dei Vini del Cantico e Strada dell'Olio Extravergine d'Oliva DOP Umbria ed è una vera e propria sintesi armonica tra l’architettura ancora antica delle sue costruzioni che si apprezza maggiormente passeggiando tra i vicoli e il paesaggio che lo circonda.
“Oggi sono un po’ più gentile del solito”, recita una spilletta appuntata come fosse una medaglia, al maglione di uno dei tanti aderenti all’iniziativa, ma i tanti visitatori che giungono a Monte Castello di Vibio attratti dal Teatro della Concordia, immancabile tappa per apprezzare il paese e la sua gente, trova sempre il sapore della gentilezza e del saluto, sorpresa di tanta civiltà e ospitalità.

violenzacontroledonneLa Biblioteca comunale di Todi dedicherà tre incontri, nel mese di novembre, alla sensibilizzazione per l’eliminazione della violenza sulle donne.
Si inizierà a parlare di donne il prossimo sabato 18 novembre alle ore 16 con la Libroterapia guidata da Lucia Magionami. La dottoressa aiuterà i lettori a confrontarsi con “Dopo tanta nebbia” di Gabriella Genisi (Ed. Sonzogno), legal thriller all’interno del quale bullismo e violenze psicologiche sono affrontati con delicatezza e forza.
Giovedì 23 novembre alle ore 16 “I giovedì di Emma”, curati da Isabella Martelli, racconteranno con parole e musica, la storia di una donna a cui dobbiamo tutti essere grati: Franca Viola. Grazie al suo coraggio e alla sua ribellione finalmente in Italia lo stupro sarà, nel 1996, considerato legalmente quale reato “contro la persona” e non soltanto “contro la morale”.

montecastellodivibioComunicato Ufficio stampa Provincia di Perugia.

Torna per la quarta volta a Monte Castello di Vibio “Una domenica gentile”, il 18 e 19 novembreIl programma prende il via sabato alle ore 20.00 con la cena gentile presso la sala parrocchiale.

Mentre domenica si inizia alle ore 9.30 con la passeggiata della gentilezza con partenza da Piazza Vittorio Emanuele II a cura di Valerio Chiaraluce, guida escursionistica.

LEVITODIComunicato stampa Sez. ANPI “Cap. Carlo Barbieri” - Todi.

"Sarà inaugurata alle 18:00 del 16 novembre, al primo piano del Palazzo del Vignola, a Todi, la mostra "Primo Levi. I giorni e le opere". L'esposizione curata dal Museo diffuso della Resistenza di Torino, realizzata da ANPI Regionale e Provinciale, in collaborazione con la Regione Umbria e con il patrocinio Comune di Todi, resterà aperta fino al 26 novembre.

Todi sarà dunque il comune di partenza del tour che farà l'esposizione nella nostra regione, seguiranno: Bevagna, Gualdo Cattaneo, Città di Castello, Umbertide, Sansepolcro, Perugia, Spoleto, Orvieto, Terni e Assisi.

La mostra - spiegano i curatori - non vuole avere un taglio biografico ma intende descrivere le diverse linee che definiscono Primo Levi: intellettuale, scrittore, chimico, testimone. I documenti, le fotografie e i testi che la compongono mostrano l'evoluzione di queste linee, i loro punti di incontro e di divergenza. Alla fine del percorso non si offrirà un insieme chiuso e risolto, ma si cercherà di mantenere aperte le questioni e la loro discussione.

   
© ALLROUNDER