Bruno Bertini
   
Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

centrosperanzafestasolidardi Giulia Arcieri - Ufficio comunicazione Centro Speranza.

Una serata all’insegna della beneficenza, quella che si è tenuta lo scorso sabato 27 gennaio al Barabba Lounge Music Bar di Pian di Porto a Todi in occasione terza festa di beneficenza a favore del Centro Speranza che da oltre 30 anni si prende cura di bambini e ragazzi con disabilità. Ideata e organizzata dagli stessi operatori della struttura, con il supporto dell’associazione Madre Speranza Onlus, l’iniziativa ha riscosso un grande successo e ogni anno sono sempre di più le persone che per la prima volta partecipano, avvicinandosi alla disabilità.



“La festa è riuscita molto bene – commentano gli organizzatori Francesca Persichetti e Francesco Morlupi, entrambi educatori professionali presso il Centro Speranza – con grande partecipazione di persone e con grande soddisfazione da parte nostra che, per la terza volta, organizziamo un evento pensato per e con i ragazzi di cui ci prendiamo cura tutti i giorni. Vogliamo quindi ringraziare tutti coloro che hanno dato il proprio contributo ad organizzare questo appuntamento benefico. È stata realizzata una rete solidale di collaboratori: amici, colleghi e negozianti che hanno contribuito alla promozione capillare dell’evento, oltre naturalmente alle numerose persone che vi hanno partecipato.”

La festa si è aperta sulle note di “Amico è” “La canzone di Dario Baldan Bembo è il nostro cavallo di battaglia – spiega Francesca Persichetti promotrice dell’evento – che ci accompagna dalla prima edizione ed è cantata a gran voce da operatori e ragazzi con disabilità del Centro Speranza per dare il “via” al divertimento all’insegna dell’amicizia e della solidarietà.”

Si è ballato fino a tardi al ritmo della musica anni ‘70 ‘80 ’90, in console il deejay Stefano Cascioli e il vocalist Emily Granieri che, per amicizia, hanno messo a disposizione la loro professionalità per una serata eccezionale. Emily ha organizzato anche una sorprendente sorpresa con l’ingresso di Giulio Cassano di Acrobatic Quad Team. Una eccitante parentesi per ricordare ai ragazzi del Centro che presto saranno di nuovo i protagonisti della mototerapia. “Sono legato emotivamente al Centro Speranza e ai ragazzi con disabilità da una profonda stima. - ha dichiarato Emily Granieri, organizzatore della manifestazione Lo Show dei Motori - Mi lusinga avergli permesso di partecipare all’iniziativa di mototerapia nella scorsa edizione dello Show dei Motori e sono orgoglioso di poter annunciare di aver investito nuovamente nel Team Daboot, il migliore d’Europa, per regalare ancora dei sorrisi a questi ragazzi.”

La cittadinanza della Media Valle del Tevere e di Todi in particolare, si rivela ancora una volta molto vicina al Centro Speranza e sensibile al tema dell’inclusione sociale per le persone con disabilità.

   
© ALLROUNDER