Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

bilancinimadresperanzaSabato 24 febbraio, alle ore 17,00, sarà presentato a Todi, presso la Sala del Consiglio dei Palazzi Comunali, il nuovo libro di Massimo Rocchi Bilancini, insegnante trentanovenne già autore di altre pubblicazioni dedicate alla storia tuderte, fra cui il volume “Brucia il Vignola” sul rogo del palazzo ospitante la Mostra dell’Antiquariato di Todi verificatosi nel 1982.

Il nuovo studio, edito da Futura Edizioni di Perugia, affronta la vicenda biografica di Madre Speranza, la mistica spagnola recentemente proclamata beata, fondatrice a Collevalenza del noto santuario dell’Amore Misericordioso, conosciuto in tutta Italia per la presenza di piscine dove fedeli e malati si immergono desiderosi di una guarigione o di una grazia, similmente a quanto accade a Lourdes.

Diversamente dalle numerose pubblicazioni già esistenti sull’argomento, l’Autore affronta e rilegge la figura di Madre Speranza con un approccio personale e critico, dando vita a un dialogo con la religiosa volto ad approfondirne la sua personalità complessa e contraddittoria e il suo operato in vita.

Al tempo stesso, attraverso l’esame approfondito della bibliografia e videografia disponibili, Rocchi Bilancini ricostruisce il processo di costruzione del mito agiografico di Madre Speranza avviatosi all’indomani della morte della Monaca Santa nel 1983. Ne emerge per la prima volta un ritratto di Madre Speranza molto meno edulcorato e pacifico di quello finora divulgato dai suoi agiografi. Un ritratto senz’altro a tinte forti e fosche che mette in dubbio quella “santità a prova di bomba” attribuita alla religiosa dai suoi figli spirituali.
Già in libreria da una settimana, COSTI QUELLO CHE COSTI vede quali prefatori lo scrittore e giornalista Rai Luca Cardinalini e l’antropologo Luigi M. Lombardi Satriani, illustre studioso del folklore e della religiosità popolare. Entrambi parteciperanno alla Presentazione in programma sabato.

   
© ALLROUNDER