Bruno Bertini
   
Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

consolazionemessainsicurezzastatueComunicato stampa La Consolazione Etab.

Si è aperto il cantiere per la messa in sicurezza delle Statue al Tempio della Consolazione.
Il GAL della Media Valle del Tevere ha infatti comunicato l’ammissione del progetto per un importo di €. 97.592,22 ed un contributo di € 87.833,00 sul progetto presentato di Euro 111.443,76.
Il progetto prevede, dopo le crisi sismiche del 2016, non solo la messa in sicurezza delle Statue, ma anche la valorizzazione del Tempio per una mirata promozione dei flussi turistici, un’azione riservata ai siti culturali ed aree di pregio ambientale e paesaggistico, in un sito, quello del Tempio della Consolazione, tra i più interessanti della Regione Umbria.

L’ampliamento della fruibilità turistica riguarda anche persone con disabilità e interventi coordinati sui materiali informativi-didattici e informatici.
L’utilizzo di nuove tecnologie (quali App IOS/Android in Realtà Aumentata) immergeranno i visitatori del Tempio in una nuova dimensione sensoriale ricca di informazioni multimediali, facendo loro vivere un’esperienza immersiva attraverso gli strumenti di Augmented Reality.
Quest’ultimo intervento segue i restauri delle semicupole in piombo (ultimato a febbraio 2016 con un investimento complessivo di 355.000 euro) e l’intervento, iniziato nel settembre 2017 ed attualmente in corso per il restauro delle coperture della cupola centrale e della lanterna, con un quadro economico di 469 mila euro.
Inoltre ETAB è risultato validamente posizionato nella graduatoria del progetto governativo denominato “Progetto #Bellezza” con un contributo di Euro 290.000,00 per interventi di restauro all’interno del Tempio.
Un investimento complessivo di circa 1 milione e 225 mila euro nel quadro di un quinquennio per restaurare e restituire la dignità al nostro Tempio che, a volte lo dimentichiamo, rappresenta una delle più importanti opere realizzate dal Rinascimento italiano ed europeo: una testimonianza, semmai necessiti ribadirlo, del talento e delle capacità progettuali e creative del “genio italiano”.

   
© ALLROUNDER