Bruno Bertini
   
Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

gentiliadi Alfonso Gentili - Presidente CdA Veralli Cortesi.

Il Consiglio di Amministrazione di Veralli Cortesi, nella sua ultima seduta del giorno 26 marzo 2018, tra gli altri argomenti, ha effettuato un'approfondita valutazione ed ha approvato le conseguenti decisioni sull'annoso problema dell'Accordo di programma tra il Comune di Todi, l'A.P.S.P. Veralli Cortesi e l'Ipab La Consolazione per la realizzazione delle opere di adeguamento ed ampliamento della Residenza protetta. Tale accordo di programma era stato a suo tempo promosso, come per legge, dal Sindaco della Città di Todi con decreto del dicembre 2006, dopo che la Regione Umbria nel settembre 2003, su richiesta dello stesso Comune di Todi, aveva dato il proprio assenso all'autorizzazione alla realizzazione di una Residenza protetta per anziani non autosufficienti.

Le decisioni assunte dal C. di A. dovrebbero riuscire a tutelare gli interessi di Veralli Cortesi in modo conforme alle volontà originarie degli Enti coinvolti nell'accordo e meglio di come stava per avvenire prima dell'insediamento dell'attuale Amministrazione.
Il C. di A. ha anche approvato il progetto definitivo - esecutivo dei lavori di risanamento conservativo per l'eliminazione delle infiltrazioni di acque piovane nella nuova ala della Residenza protetta, realizzata negli anni 2008-2011, come redatto dall'ing. Fabrizio Gentili di Todi per l'importo complessivo di 20.000 euro e lo ha finanziato, per motivi d'urgenza dell'intervento, con fondi propri mediante apposita variazione del bilancio preventivo 2018, salvo recupero della somma in sede di azione giudiziaria risarcitoria contro l'impresa appaltatrice ed altri già deliberata a fine agosto 2017 a fronte degli accertati vizi e difetti dell'opera, pur a suo tempo collaudata.
I lavori riguardano l'eliminazione di infiltrazioni di acqua all'interno all'interno del locale scale derivante da una non corretta impermeabilizzazione delle pareti di chiusura del vano scale sopra il terrazzo e all'interno del locale ad uso cucina derivante dal rivestimento metallico di completamento degli infissi delle porte e finestre. L'intervento indifferibile è volto a garantire l'agibilità dell'edificio e ad evitare inconvenienti e danni ulteriori.
Nella stessa seduta il C. di A. ha anche discusso dell'avvenuta approvazione da parte del Consiglio comunale di Todi, nella seduta del 24 marzo, di un ordine del giorno, presentato da tutti i capigruppo di maggioranza e sostenuto in aula anche dal Sindaco, con cui il Comune ha sostanzialmente ed ufficialmente rinunciato a cercare di condurre in porto, nei vari modi possibili, il processo di unificazione/fusione di Veralli Cortesi ed Etab in un'unica Ipab con contestuale trasformazione in ASP e con unico nuovo Consiglio di Amministrazione di cinque membri. Il relativo procedimento amministrativo di approvazione regionale è, tra l'altro, ancora in fase istruttoria presso la competente struttura regionale.
All'esito della discussione sull'argomento, i componenti dell'organo collegiale di Governo di Veralli Cortesi hanno deciso di rassegnare immediatamente le dimissioni dagli incarichi ricoperti, motivandole adeguatamente, firmandole ed inviandole, mediante pec, al Sindaco della Città di Todi.
Gli Amministratori dimissionari restano in attesa dell'accettazione delle dimissioni stesse che le rendono irrevocabili e della nomina dei nuovi componenti dell'organo collegiale di governo dell'Ente. Il Presidente uscente dovrà provvedere, secondo norma statutaria, alla convocazione della seduta d'insediamento del nuovo Consiglio che, nella medesima riunione, provvederà, sempre a norma di statuto, alla elezione (= scelta) del Presidente e del Vice Presidente, non essendo la figura del Presidente di Veralli Cortesi nominabile né quindi revocabile direttamente dal Sindaco.
Con l'occasione, il Presidente e i Consiglieri uscenti intendono formulare i migliori auguri pasquali agli ospiti della Residenza protetta, ai loro familiari alla persone che vanno a far loro visita, ai volontari che vi prestano la loro generosa opera, agli operatori della struttura residenziale e ai dipendenti dell'Ente che, tutti insieme, quotidianamente si impegnano per il buon funzionamento dell'importante Servizio socio-sanitario prodotto ed erogato e dell'Ente stesso nei suoi vari campi di attività.
A tutti coloro che hanno collaborato con questa Amministrazione un sincero grazie e un ad meliora et maiora!

 

   
© ALLROUNDER