Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

CONSAPEVOLEZZADIGITALECOCCHIdi Gilberto Santucci - Presidente Consiglio d'Istituto Cocchi-Aosta.

Una sessantina di ragazzi delle classi terze della media Cocchi Aosta di Todi a scuola di consapevolezza digitale grazie ad un progetto del Digital Transformation Institute,  finanziato da Coop Centro Italia, che sta portando alla realizzazione partecipata di un "manifesto" che verrà a breve presentato quale buona pratica nazionale.
Una decina gli incontri tenuti da esperti di social media e sicurezza informatica finalizzati a far riflettere gli studenti sul significato di consapevolezza applicata alla tecnologia e, quindi, sulle tante “azioni digitali”, come le condivisioni, spesso fatte in modo abitudinario senza pensare al significato, all’opportunità e agli effetti positivi e negativi che possono generare.

Gli incontri, in cui si è utilizzata la tecnica metaplan utile a favorire il brainstorming e la discussione, sono stati incentrati su quattro diversi modi di rapportarsi con i social network, ovvero: ciò che io dico degli altri, ciò che io dico di me, ciò che gli altri dicono di me e chi sono io in Rete. A coinvolgere i ragazzi in modo proattivo su questi temi sono stati il professor Stefano Epifani, presidente del DTI e docente di social media alla "Sapienza" di Roma, Sonia Montegiove, Fabio Nardi, Francesco Marinucci ed Emma Pietrafesa.

Si è parlato del rapporto tra identità reale e digitale, anche attraverso la spiegazione e la sperimentazione in classe con i ragazzi di speciali tecniche informatiche utilizzate per ricercare informazioni tramite fonti aperte (Open Source Intelligence) e che consentono di toccare con mano quanto l’anello debole della catena sia, spesso, proprio l’uomo che condivide ciò che non dovrebbe.

Gli ultimi due incontri con le classi sono in programma per giovedì 21 dicembre, quando si parlerà di uso positivo della tecnologia e dei social network, e si strutturerà il manifesto della consapevolezza digitale da presentare a gennaio a compagni di scuola, genitori e insegnanti. L'iniziativa rientra in una più articolata azione che Coop Centro Italia sta promuovendo all'interno delle scuole medie del territorio di insediamento. Quella di Todi si è rilevata come uno dei progetti più innovativi.

   
© ALLROUNDER