Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   
   

pirramimarcodi Marco M. Pirrami.

Egregio sig. sindaco
Le scrivo questa mia quale allievo della scuola comunale di musica, per la verita' anziano allievo, ma non per questo rassegnato al declino di questo fiore all' occhiello della amministrazione comunale.

Vorrei che la scuola di musica torni ad essere perno della vita musicale della citta', che le iscrizioni degli allievi rifioriscano come ai tempi di "FatTodi Giovani'', che gli allievi e le loro famiglie percepiscano una nuova e impegnata progettualita', che la scuola possa aggregare le realta' musicali del territorio (penso all'orchestra della scuola media e del liceo, penso al neonato Ensemble Crispolti-Carlo Della Giacoma) e i musicisti che in questa citta' vivono e lavorano.

gentiliadi Alfonso Gentili - Presidente CdA Veralli Cortesi.

Il Consiglio di Amministrazione di Veralli Cortesi nella seduta del 26 luglio 2017 ha approvato il conto del Tesoriere dell’esercizio 2016 da cui risulta un fondo di cassa finale al 31 dicembre (differenza tra riscossioni e pagamenti effettuati nell’anno) di 300.103 euro ed il Conto consuntivo dell’anno 2016 con un avanzo di amministrazione accertato di 208.422 euro.
Con lo stesso atto è stata anche approvata la relazione illustrativa del Conto, lo stato dei capitali ed il conto economico, nonché l’elenco dei residui attivi e passivi previamente verificati e riaccertati con determinazione del Responsabile del Servizio finanziario del 18 luglio.

pontecutidi Riccardo Clementi - Ufficio stampa Enel.

Si sono concluse con successo le operazioni di e-distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica, per l’interramento delle linee elettriche nel borgo di Pontecuti, frazione di Todi.
Nel dettaglio, le squadre operative di e-distribuzione hanno completamente interrato un tratto di 350 metri di linea elettrica, eliminando i conduttori aerei nonché le paline di ferro da cui esso transitava, effettuando quindi anche un’opera di decoro urbano e di riqualificazione ambientale sulle mura del borgo. I tecnici dell’azienda elettrica hanno già attivato il cavo interrato di ultima generazione e hanno anche effettuato un riassetto dei carichi elettrici per garantire un servizio elettrico efficiente e continuo.

liceojacoponeComunicato stampa Liceo "Jacopone da Todi".

Il Liceo “Jacopone da Todi” comunica che, per i 169 studenti iscritti alle classi prime per l’anno scolastico 2017-2018, si formeranno 7 classi, di cui 1 del Liceo Classico, 2 del Liceo Linguistico, 2 del Liceo Scientifico, 2 del Liceo delle Scienze Umane. Si smentiscono, pertanto, in via ufficiale, le notizie del tutto infondate secondo cui si formerebbe soltanto 1 classe prima del Liceo Scientifico, in quanto, anche nell’eventualità di mancata concessione di 2 classi prime del Liceo Scientifico da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale dell’Umbria, il nostro Liceo è in grado, sulla base della Legge n. 107/2015, detta della “Buona Scuola”, di procedere alla formazione delle 2 classi previste.
Si conferma, inoltre, che, per il prossimo anno scolastico, tutte le classi del Liceo “Jacopone da Todi” saranno ospitate nelle due sedi attuali, ubicate rispettivamente in Largo Martino I e in Via Roma a Todi.

piccioniIl Liceo “Jacopone da Todi” è lieto di annunciare che l’annoso problema rappresentato dalla presenza permanente dei colombi nel Chiostro di San Fortunato, finora mai risolto, ha finalmente trovato, ad opera dello stesso Liceo, una soluzione innovativa e rispettosa del decoro dovuto ad un’opera architettonica di altissimo valore storico-culturale, che dovrebbe essere gestita e salvaguardata come un gioiello e una potenziale risorsa per la nostra Todi. Infatti, una rete pressoché invisibile è stata installata sopra il prato del Chiostro, impedendo in via definitiva l’accesso ai colombi ed evitando così il degrado, la sporcizia, nonché i gravi rischi di salute per tutta la popolazione scolastica che fruisce giornalmente del nostro Liceo.

massapresentazionescaviL’Umbria Romana si arricchisce di anno in anno di particolari interessanti e inediti grazie agli scavi archeologici riguardanti il  Vicus Martis Tudertium (dedicato a Marte dai Tuderti). Questa mattina nella chiesa Nova di Massa Martana la sindaca Maria Pia Bruscolotti ha organizzato un incontro per illustrare i risultati della campagna di scavi 2017 ringraziando la Soprintendenza archeologica dell’Umbria per la supervisione a cura del dottor Giovanni Altamore e  il professor John Muccigrosso, l’archeologo di origini italiane, docente presso la Drew University dello stato americano del New Jersey che dal 2008 si dedica con passione agli scavi di Massa Martana portando ogni anno nel sito i propri studenti. Il professor Muccigrosso si avvale anche della collaborazione della professoressa Sarah Harvey della Kent State University e dell’archeologo tuderte Stefano Spiganti che nove anni fa è stato il “gancio” tra il cattedratico statunitense e la municipalità massetana da libero professionista e oggi anche nella veste di collaboratore della cattedra di archeologia antica dell’Università di Perugia.

VIGILIDELFUOCOLunedì 31 luglio alle 11 nella sala del consiglio comunale di Todi è in programma la convenzione nell’ambito della quale verrà siglata la stipula per la cessione dei terreni per la realizzazione della nuova caserma dei vigili del fuoco.

All’incontro prenderanno parte il sindaco di Todi, avvocato Antonino Ruggiano, il sottosegretario di Stato con delega a vigili del fuoco ed enti locali, onorevole Gianpiero Bocci, Guido Parisi, della Direzione centrale risorse logistiche e strumentali dei vigili del fuoco, il direttore regionale del corpo, Raffaele Ruggiero, il comandante provinciale di Perugia, Marco Frezza, e il vicario del comando di Perugia, Gianfrancesco Monopoli.

Prende così sempre più corpo il progetto della nuova caserma che verrà realizzata nella zona del Crocefisso e i cui dettagli tecnici saranno illustrati durante l’evento di lunedì.

CAMIONGESENUArrivano le prime risposte di Gesenu sulla politica dei rifiuti in città. L’azienda che gestisce il servizio di nettezza urbana a Todi ha infatti cominciato a dare riscontro alle richieste avanzate dall’amministrazione comunale lo scorso 11 luglio, spostando i mezzi per la raccolta dell’immondizia da porta Orvietana.
Quindici giorni fa, nel corso di un incontro tra Palazzo dei Priori e vertici della azienda, erano state avanzate una serie di proposte da parte del Comune per migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti nel territorio comunale, con particolare attenzione alla situazione del centro storico.
Nel dettaglio, il sindaco Antonino Ruggiano aveva richiesto all’ingegner Massimo Pera, responsabile della Business unit igiene ambientale di Gesenu, di fornire risposte rispetto alla sostituzione dei cassonetti ad oggi utilizzati nel centro storico con elementi nuovi e di diversa foggia e materiali,

   
© ALLROUNDER