Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

TODICIVICAComunicato stampa Todi Civica.

La conferenza stampa di fine anno dell'amministrazione comunale, come prassi, più che un consuntivo sull' attività svolta, si trasforma in autocelebrazione e in una sequela di buoni propositi. Di questi primi mesi di governo, Todi Civica, si limita ad elencare quanto realmente accaduto.

- Il centrodestra, rimangiandosi anni di battaglie, approva la variante urbanistica di Ponterio e predispone le condizioni per la nascita di un nuovo centro commerciale di 5 mila metri quadrati.

- Nonostante le ampie e scritte rassicurazioni date in campagna elettorale, cambio di marcia della maggioranza, che lascia il depuratore a Cascianella. Unico atto prodotto, una perizia commissionata ad un tecnico dal soggetto appaltante l'opera ( come dire, facciamoceli credere!).

 

- Viene introdotta la tassa di soggiorno, applicata a tutte le strutture ricettive e restituita, in parte, solo a quelle alberghiere, cui verrà abbassata la Tari. Tutti gli altri, pagheranno e basta.

- Il Todi Festival aumenta i costi di quasi 50 mila euro ( mostre e taverne), nonostante alcuni partiti di maggiornaza si fossero impegnati a chiudere questa esperienza fallimentare.

- Per sostenere le famiglie si è scelto di abbassare la tassa sull'immondizia alle famiglie con tre figli minori ( 90 su 7200). Pertanto se una famiglia ricca ha tre minori, riceverà lo sconto, mentre, una famiglia con difficoltà economiche, con due minori ed un figlio maggiorenne, se la pagherà per intero. Il Comune investirà per questo sgravio fiscale " ben 10 mila euro", un terzo del costo di una mostra del Festival!

- Sono stati raddoppiati i costi di segreteria per atti urbanistici ed i costi per ottenere l'agibilità di un immobile sono aumentatati del mille per cento.

- Le opere pubbliche a Ponterio, Piazza e Palestra, si sono bloccate.

- La messa in sicurezza della frazione di pian di San Martino continua ad essere un miraggio. Riunioni e tempo perso per decidere di non fare l'argine spacca paese ( noi ci battiamo da anni ), ma nessuna soluzione concreta all'orizzonte.

- Nessun investimento e/o misura è stata rivolta al mondo del lavoro e la zona industriale continua a rimanere abbandonata a se stessa.

- L'amministrazione comunale ha sostenuto che a Todi siano nati solo 94 bambini nell'ultimo anno. A nostro avviso le politiche sin qui sostenute non invertiranno la tendenza. Una politica fatta di decine di manifestazioni pubbliche, finanziate da soldi pubblici, crea un modello assistenziale di società, che non offre soluzioni durature, ma illude i cittadini per brevi periodi, con una visione patinata della città, ma fragile.

Manca un progetto, un' idea di città. Ci auguriamo per Todi che la si trovi quanto prima, ma le premesse non ci confortano.

Commenti   

#2 Filippo Linotii 2018-01-09 11:37
E' stato rimosso un mio commento con il quale mi limitavo a condividere alcuni passi di tal Carlo. Definire demagogico il contenuto del post non credo sia offensivo. Non avevo tempo e non ho ora la voglia di evidenziare punto per punto per quale motivo mi sono permesso di esternare il mio giudizio; comunque su alcuni temi mi sono espresso piu' e piu' volte.
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Carlo 2018-01-02 18:04
I racconti di un menzoniere
Possiamo dare questo titolo all'articolo.
Perchè pieno di mezze informazioni e nemmeno tutte corrette.
Todi civica ricordo è rappresentata da un consigliere che si ad ogni consiglio comunale se ne va dopo mezz ora.
Non partecipa a nessuna riunione che non da permesso lavorativo (conf. capigruppo es)
Inoltre vuole attribuire colpe assurde all amministrazione tipo investimento nel mondo del lavoro.
Sarebbe bello che l amministrazione trovasse lavoro ai cittadini come ha fatto con qualcuno circa 10 anni fa, ma purtroppo non è possibile.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER