Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

andrelidi Elio Andreucci.

Niente Consiglio Grande sulla variante di Ponterio, come era stato richiesto da Manuel Valentini-Consigliere Comunale di Todi e Capogruppo del Partito Democratico, insieme ai consiglieri di opposizione, per dare la possibilità ad un confronto aperto con i cittadini, Associazioni di Categoria, Operatori del Settore, ritenuto necessario dopo l’approvazione del piano di variante urbanistica da parte della maggioranza al consiglio comunale del 20 Dicembre.

Ad affermare l’impossibilità di dar seguito alla richiesta dei consiglieri di opposizione, è il Presidente del Consiglio Raffaella Pagliochini, che alla domanda sul perché non avesse ancora comunicato ufficialmente la convocazione del Consiglio Grande, che doveva esserci prima del 10 Gennaio, la Pagliochini ha risposto che l’unica richiesta ad oggi protocollata, non riporta la firma di tutte le forze di opposizione, ma soltanto quella di 5 Consiglieri, un numero che in base all’articolo 55 del Regolamento e non all’articolo 17 a cui gli stessi firmatari fanno riferimento, non è sufficiente in quanto lo stesso prevede la firma di 1/3 dei consiglieri e non 1/5 come sostenuto dai richiedenti.

Quindi secondo il parere della Pagliochini , la richiesta è improcedibile, come già affermato durante il consiglio comunale dello scorso 20 Dicembre e successivamente. A questo punto la questione ritorna nuovamente all’opposizione, che presumibilmente dovrà agire in due modi: inoltrare una nuova richiesta osservando le regole previste nell’articolo 55 citato, oppure aprire un contenzioso formale nei confronti dell’interpretazione procedurale adottata da parte della Presidente del Consiglio.

Commenti   

#29 CarlandreaCaprossini 2018-01-15 13:14
Sarebbe un sogno avere un paio di facoltà universitarie anche a Todi, anche se questo probabilmente comporterebbe una lievitazione dei prezzi degli affitti.
Avrei pure in mente le possibili location che potrebbero ospitare gli atenei.
Quanto al tuderte medio che vuole poca gente tra i piedi vedo che Filippo, come sempre, riesce ad interpretare il mio pensiero in modo precisio e puntuale...

Filippo ti nomino interprete ufficiale del Caprorossinese...
Citazione | Segnala all'amministratore
#28 Filippo Linotti 2018-01-14 12:25
Le sedi universitarie distaccate?? Magari, si potrebbe sfruttare ad esempio il prestigio dell' Istituto Agrario, ma temo che si sia fuori tempo massimo. Uso della Piazza: tema annoso e controverso. Personalmente credo che i 15 giorni del calcetto ed il mese della pista di ghiaccio non siano un problema. Non sono certo interventi risolutivi, ma è innegabile che rivitalizzano il centro ed anche questo è importante. Ricordo che quando vennero organizzati concerti, la gente todina più che altro si lamentava; che è sto casino, ma sa da porta in piazza sti drogati. In fondo credo che ancora oggi il todino medio preferisca avere meno gente possibile in mezzo ai piedi.
Citazione | Segnala all'amministratore
#27 antonio rossi 2018-01-14 09:36
D'accordo con lang, la piazza non è il contenitore di tutte le idee del caxxo che frullano in testa ai politici del momento. Ma a furor di popolo lo resterà, perché il calcetto è sacro, anche se poi torna a regnare il nulla. Decentrare a Todi facoltà universitarie sarebbe ideale.
Citazione | Segnala all'amministratore
#26 Filippo Linotti 2018-01-12 09:09
esatto Antonio con il se ed il ma sarebbe tutto un altro discorso. Lang: nello specifico credo, almeno cosi' risulterebbe dalla cronaca, che il progetto sia stato finanziato dai ministeri delle infrastrutture e dell'ambiente e cofinanziato dal comune di spoleto e dalla regione umbria. Non ho informazioni in merito all'eventuale utilizzo di fondi POR, la prossima volta che mi rechero' a Spoleto mi togliero' la curiosita'. Comunque su una cosa mi trovo d'accordo: esistono fondi comunitari da utilizzare in svariati settori e per una miriade di progetti; il problema e' che in Italia spesso e volentieri o non si utilizzano o lo si fa contravvenendo le regole (es. con i fondi PSR per le strade rurali ci si costruiscono marciapiedi ed impianti di illuminazione dei centri commerciali).
Citazione | Segnala all'amministratore
#25 lang 2018-01-12 09:02
purtroppo lo spopolamento dei piccoli centri storici degli anni settanta ottanta è stato deleterio e sotto gli occhi di tutti, incentivare e migliorare l'offerta turistica sicuramente non con manifestazioni che occupano una delle piazze più belle di Italia con impalcature campetti di calcio e cosi via, queste sono come l'aspirina per il malato terminale. Perché non lavorare per portare come il comune di narni con il triennio di scienze dell'investigazione, assisi il triennio per il turismo tutto questo lavorando e cercando di imbastire rapporti con l'università e istituzioni, forse allora si potrà veder rivivere il centro storico con giovani residenti per buona parte dell'anno. lavorare seriamente per il bene della città, i centri commerciali farebbero sicuramente meno paura-
Citazione | Segnala all'amministratore
#24 CarlandreaCaprossini 2018-01-12 08:20
In parte hai ragione Antonio, l'offerta non c'è e sappiamo chi ringraziare per questo.
Tuttavia rinunciare sarebbe uccidere la città.
Citazione | Segnala all'amministratore
#23 antonio rossi 2018-01-11 22:44
Ormai credo sarebbe tardi. Non c'è più l'incentivo commerciale. Le scale servono a portar su clienti, ed i clienti arrivano se c'è offerta: intendo, anche di naturaturistica. La scorsa settimana ero al pozzo di san Patrizio, in una giornata hanno staccato 500 biglietti. Todi non ha richiami tanto forti, ma comunque se aprissero tutte le chiese, compresa la Nunziatina che è un gioiello...ma che sto dicendo, il SE ed il MA, diceva mio nonno, sono il paradiso dei cojones. Basta, se noi stiamo qui a far conversazione e nessun politico si interessa dell'argomento Todi Centro, facciamo accademia su cose fritte e rifritte.
Citazione | Segnala all'amministratore
#22 lang 2018-01-11 19:21
credo che tutti i progetti con fondi europei devono essere cofinanziati in parte
Citazione | Segnala all'amministratore
#21 Filippo Linotti 2018-01-11 18:48
Comunque mi risulta che il parcheggio di Spoleto con annessa risalita meccanizzata sua stata cofinanziata dallo Stato e dal comune.
Citazione | Segnala all'amministratore
#20 Filippo Linotti 2018-01-11 18:40
Spero che non siano fondi del PSR.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER