giovanni chiappalupi
   
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

lega nord umbria salviniComunicato stampa Lega Nord - Todi.

“Con i voti favorevoli del Partito Democratico e dei Cinque Stelle e l'astensione di Forza Italia, è stata approvata in Consiglio Regionale la norma contro le discriminazioni sessuali che promuove la teoria gender nelle scuole. Una legge, secondo noi, assurda e che i consiglieri regionali Lega Nord Umbria, Emanuele Fiorini e Valerio Mancini, hanno provato in tutti i modi a cancellare o modificare. Uno spreco di tempo (ci sono voluti tre sedute di consiglio per approvarla) e di risorse pubbliche (40mila euro) che i rappresentanti della maggioranza (e parte dell'opposizione) potevano dedicare ai cittadini umbri in difficoltà economica, ai terremotati, ai giovani senza lavoro, agli anziani, ai disabili.

Questa legge pretende di condizionare genitori, alunni e insegnanti sul tema dell'orientamento sessuale e allo stesso modo, tramite l'Osservatorio costituito e le associazioni LGTB, si tenta di condizionare rapporti tra lavoratori e imprese”.
Anche Toni Aiello portavoce della Lega Nord Todi ha espresso la sua netta contrarietà:"La legge condiziona genitori ed insegnanti sul tema dell'orientamento sessuale e condiziona i rapporti tra lavoratori ed imprese. Condividiamo quanto dichiarato sul sito ufficiale della Lega Nord Umbria, dal senatore Stefano Candiani e dai consiglieri regionali Lega Nord, Fiorini e Mancini in occasione della fiaccolata lungo corso Vannucci per dire No al Gender, promossa dalle varie associazioni a difesa della Famiglia prima del voto in Aula:
http://www.leganordumbria.org/la-lega-nord-umbria-presente-alla-fiaccolata-in-difesa-della-famiglia-naturale/"

Commenti   

#5 Filippo Linotti 2017-04-07 22:04
Purtroppo caro Carlandrea credo che la battaglia sia persa. Ringraziamo tutti i falsi cattolici, compreso questo papa, che hanno assecondato questo piano demoniaco. E pensare che una volta gli illuministi/ progressisti a la pace contrapponevano la scienza alla religione, Darwin al Padreterno. Ma non risulta che Darwin prevedesse una evoluzione così innaturale. Come diceva il buon Storace: vi assecondero' quando vedrò uscire un bimbo dal bus del gnao.
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 CarlandreaCaprossini 2017-04-07 17:43
Infatti, Filippo io non ho detto di dirlo o meno. Solo di SPIEGARE ai bambini come avviene il miracolo della vita in modo naturale spiegando altresì che è impossibile per due gay o due lesbiche concepire figli.
Già costoro non riescono ad artiolare un concetto semplice senza l'insegnante di sostegno, figuriamoci dover spiegare una cosa simili scegliendo le parole in modo da non offendere alcuno...
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 Filippo Linotti 2017-04-07 14:16
Con questa visione e con questa impostazione giuridica non lo potranno più dire. Rischiano di essere incriminati per discriminazione. Poveri noi che brutta fine.
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 CarlandreaCaprossini 2017-04-07 11:19
Il divieto delle discriminazioni sessuali, religiose ecc... è già inserito nel dettato costituzionale quindi non si comprende la necessità di una legge regionale ad hoc. Forse la regione Umbria è anticostituzionale?
Quanto all'inserimento della teoria gender nelle scuole è un'emerita str..ta.
Mi chiedo quando verrà il momento di spiegare agli studenti la procreazione come faranno gli insegnanti a far capire che ci sono differenze tra maschio e femmina...
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Gianni 2017-04-06 20:46
Candiani secondo me qualche problemino all orecchio ce l ha...
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER