Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

forzaitaliaComunicato stampa Coordinamento Comunale Forza Italia Todi.

La giornata di ieri ha visto un lunghissimo consiglio comunale, che ha confermato il cambio dipasso della  città di Todi e il grande successo della amministrazione Ruggiano. 
In primo luogo sono emerse le inconsistenze del centrosinistra e del partito democratico, che ha dovuto fare i conti con la più amara delle verità: la fallimentare gestione del sistema della raccolta dei rifiuti nella Regione Umbria.  Una serie continua di ritardi e di pressapochismi,  conclusasi con il disastro della passata gestione della Gesenu. Soltanto da qualche tempo,  con il comune di Perugia guidato da Forza Italia, si è potuto ristabilire un corretto sistema di gestione della maggiore società di raccolta di rifiuti della nostra Regione. 

Davanti a noi un lungo periodo di lavoro, che dovrà portarci, a regime, ad avere anche in Umbria una corretta gestione del ciclo dei rifiuti.
Adesso che, oltre a Perugia, anche Todi è numerosi altri comuni umbri sono a guida di Forza Italia e del centrodestra,  si cominciano a sentire forti le voci di speranza e di pulizia.
Il futuro davanti a noi è più sereno.
Pensare, come ha fatto il locale pd, di mischiare le carte, inventandosi la favola di un termovalorizzatore a Todi, si è rivelata quello che era: una bufala.
Nel consiglio comunale di ieri, infine, due altre importantissime novità. 
La modifica del regolamento Per la nomina della commissione edilizia, nella quale, per la prima volta, sono stati ammessi i geometri,  darà la possibilità di essere più efficaci e migliorare il nostro modo di costruire l'ambiente e la Todi del futuro.
La scelta, che è un successo del centrodestra,  fortemente pensata e voluta da Forza Italia, raccoglie, dopo tanti anni, le istanze delle associazioni di categoria dei Geometri, che per troppo tempo, erano inspiegabilmente state escluse dalla programmazione edilizia del territorio.
Infine, Forza Italia di Todi rivendica con orgoglio la modifica del regolamento per la ISEE.
Da adesso in poi, saranno eliminate tutte le disparità e le posizioni di privilegio,  che avevano permesso nel passato di accedere ai servizi del comune, pur non avendone diritto, grazie alla compiacenza di autocertificazioni senza alcun controllo.
La amministrazione di centrodestra, il peso e le idee di Forza Italia stanno cambiando e modernizzando Todi.
Se ne sentiva davvero il bisogno.

Commenti   

#7 CarlandreaCaprossini 2018-04-03 13:28
@ pierdomenico

le ho risposto sulla pagnia facebook de "La voce di Todi" al medesimo post.
Citazione | Segnala all'amministratore
#6 maurizio.pierdomenic 2018-03-31 13:15
Su un punto ha ragione, sul fatto che non solo l'euro ci deride (mi sono permesso di allargare il campo) di fornte a persone come lei. Lei liquida un tema cosi importante e, necessariamente tecnico, oltre che si salute e ambiente con un commento di un suo conoscente preso per oro colato facendo disinformazione pura. Io posso permettermi di fare il dotto professore, almeno nel tema specifico, perchè ho le competenze per farlo. Lei? Certo, confesso, che non ho la sua omniscienza (visto che interviene su tutti le tematiche aggiungendo poco, forse perchè ha poco da aggiungere). Che significa sostenere che Frosinone è autonoma? Quando affermo ciò? Continuo a sostenere: si documenti e poi ne riparliamo. Su cosa? Ad esempio potrebbe analizzare le differenza tra inceneritore e termovalorizzatore. Poi potrebbe passare a valutare a quanto ammonta l'energia che è possibile ottenere. Quindi potrebbe fare una capatina per comprendere se serve un impianto simile, aggiungendo una analisi sommaria sui danni possibili in tema di salute pubblica (con conseguenti costi per la collettività), sulla gestione delle ceneri residue. Poi, poi, poi .... Infine, mi spiace per lei, ma non sono uno che dice no o si a prescindere. Ma lei questo non riesce a capirlo accecato da non so cosa....
Citazione | Segnala all'amministratore
#5 CarlandreaCaprossini 2018-03-27 22:36
Non devo documentarmi di nulla visto che anche lei, con i suoi dotti termini tecnici comunque conferma che Frosinone è autonoma.
Il mio contatto mi ha parlato di ineneritore evidentemente anche lui, come me, non è un esperto di immondizia.
Se lei fosse meno meno "profesore" avrebbe letto con attenzione il mio post e forse lo avrebbe anche capito.
Sicuramente l'impianto di Frosinone rende ancora più stupidi quei personaggi che sanno dire olo NO a tutto tollerando che l'Italia sperperi fondi pubblici per pagare chi smaltisce l'italica immondizia producendo energia elettrica che poi ci rivende.
Dopo ci lamentiamo che l'europa ci deride...
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 maurizio.pierdomenic 2018-03-27 20:04
Per la precisione l'impianto di Frosino è un TMB (tarttamento meccanico Biologico) mentre l'inceneritore è collocato a Colleferro, provincia di Roma. Per il resto si documento un po' meglio.
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 CarlandreaCaprossini 2018-03-27 11:50
Premesso che per l'eventuale presenza o meno di un inceneritore sul territorio si debba consultare l'intera popolazione, rappresento che in alcune città (ad esempio Frosinone) sono presenti incceneritori che consentono di avere la città pulita e la non presenza di discariche pi o meno abusive e comunque inquinanti.
Ovviamente l'inceneritore frusinate opera in regime autarchico, ossia elimina SOLO ed ESCLUSIVAMENTE l'immondizia prodotta dal comune.
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 Flic 2018-03-26 14:14
Vi siamo vicini. Il fatto che dovete scrivere che ci state anche voi dimostra che ormai chi comanda è la Lega e Ruolini che sta sempre in Comune ed è l'unico riferimento. Ruggiano ormai è declinante e FI scomparirà. Neanche vi si possono fare gli auguri,sarebbe una presa in giro.
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 maurizio.pierdomenic 2018-03-26 08:26
Sempre da cittadino presente in Consiglio Comunale penso che il titolo del comunicato e la sua relativa parte del comunicato non sia corretta. Il punto non è "Termovalorizzatore a Todi" in quanto NON esiste alcun iter o progetto verso tale direzione; ma le dichiarazioni del Sindaco in merito alla dipsonibilità a mettere a disposizione il territorio tuderte nella eventualità si presenti l'esigenza. Per cui, direi, sostanzialmente diverso. Il Sindaco, chiamato a rispondere, ha dichiarato in maniere netta che Lui è contrario a tale eventualità. Punto. Certo non si comprende il perchè non fare un documento in tal senso. Cosi come, penso, sarebbe stato preferibile insede AURI dichiarare da parte del Sindaco tale posizione, e non paventare altro. Poi è leggittimo che si richieda di conoscere lo stato degli impianti e la sua corretta gestione (aspetto questo che non dovrebbe far ricadere sui cittadini i costi di inefficienza o peggio). Forse si sarebbe evitata qualsiasi discussione. Ricordo che altri soggetti (preoccupati), in altri Comuni, hanno chiesto se tali dichiarazioni erano vere (quindi non trattasi di bufala, le dichiarazioni sono reali). Poi come cittadino penso sia comunque importante trattare tali tematiche anche più volte, non è detto che visto che sono state trattate sono chiuse. Quando il tema tocca tutto il territorio se ne deve parlare, sempre. Nota: ripeto, onde evitare commenti fuorvianti che rispondo a titolo personale.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER