Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

Marina Sereni “Presente e futuro dei piccoli comuni”, un tema affrontato nel meeting organizzato dai circoli del PD di Monte Castello di Vibio e Fratta Todina, con la partecipazione dell’Onorevole   Marina Sereni, membro della Direzione nazionale del Partito Democratico, già Vicepresidente della Camera dei Deputati nell'ultima legislatura, Deputato della Repubblica italiana dalla XIV alla XVII legislatura.

Con riferimento alla legge158/2017, chiamata "Salva Borghi” approvata dal Governo Gentiloni e destinata a valorizzare i Comuni sotto i 5000 abitanti, che rappresentano il 70% dei Comuni italiani e il 16% della popolazione, l’Onorevole Sereni  ha illustrato come la Legge 158 intende favorire lo sviluppo economico, sociale, culturale e ambientale , come pure il patrimonio naturale, rurale, storico, culturale e architettonico dei piccoli centri.

 

Favorire le misure necessarie ai residenti e per le attività produttive, garantire i servizi essenziali, anche per contrastare lo spopolamento e per  incentivare l'afflusso turistico. Provvedere inoltre alla manutenzione e messa in sicurezza di infrastrutture stradali e istituti scolastici, sostenere l'imprenditoria giovanile, in modo da bloccare la fuga dei più giovani verso i grandi centri nazionali ed europei.

Per la legge "Salva Borghi", sono stati stanziati 100 milioni di euro, 10 milioni per il 2017 e i restanti dal 2018 al 2023, ma per intercettare questi finanziamenti, ha spiegato Marina Sereni,   “sarà necessario che le Amministrazioni, singolarmente o in rete, presentino le loro progettualità per concorrere ai bandi, ed in base a ciò verrà stilato un elenco dei Comuni, secondo specifici parametri, come ad esempio decremento e invecchiamento della popolazione, arretratezza economica, disagio insediativo”.

Numerosi gli interventi da parte di cittadini, amministratori attuali ed ex, rappresentanti di Associazioni e di sindacati, dai quali è emersa l’esigenza di arrivare a confrontarsi fra associazione di servizi ed i piccoli comuni del territorio, fino ad ipotizzare una vera e propria fusione, per facilitare la complessità del percorso.  Soddisfazione per la riuscita dell'iniziativa è stata espressa dai coordinatori e organizzatori del meeting, Assunta Morlupi e Gianluca Coata, rispettivamente segretario circolo PD Monte Castello di Vibio e di Fratta Todina, oltre alla possibilità di eventuali futuri incontri, rivolti all'analisi del contesto terrritoriale.

   
© ALLROUNDER