Bruno Bertini
   
Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

pdComunicato stampa Partito Democratico - Todi.

Abbiamo atteso con ansia il comunicato stampa di Casapound in merito all’approvazione in Consiglio Comunale della - ormai nota - variante di Ponterio. Il comunicato non ha disatteso le aspettative, tutt'altro!

Non serve rispondere alle illazioni di Casapound, che - dato l’inesistente peso politico nelle scelte cruciali che riguardano la città di Todi - cerca soltanto di ottenere visibilità. Il partito nuovo, quello vicino alla gente, quello a cui interessano i problemi dei cittadini, ha gettato la maschera.

Come? Cerchiamo di spiegarlo in maniera chiara.

Il numero legale in Consiglio Comunale è dato dalla presenza di 9 Consiglieri Comunali. Nell’ultima seduta, al momento della discussione sulla variante, erano presenti il Sindaco Ruggiano, sette Consiglieri Comunali di maggioranza e il Consigliere Comunale di Casapound: Andrea Nulli. Assente il gruppo della Lega.

Cosa accade? Il Segretario del Partito Democratico di Todi fa notare al Consigliere Nulli che è esattamente la sua presenza tra le fila della maggioranza a garantire il numero legale.

Nulli, solo allora, si accorge della “trappola” della Lega e chiede la sospensione della seduta. Sospensione durata oltre mezz’ora e terminata, esattamente, con l’arrivo di una Consigliera Comunale della Lega nei Palazzi Comunali.

E’ allora che si riapre la seduta e si vota. Nulli, insieme alle opposizioni, vota contro perché contrario alla variante coerentemente con quanto dichiarato sui giornali negli anni passati. Ma non serve, i voti contrari non bastano e la variante è approvata.

In pratica, cos’è che interessa a Casapound? Che non si faccia un nuovo centro commerciale? Assolutamente no. Piuttosto, che il centro commerciale si faccia, ma senza il voto di Casapound!

E’ una storia inventata, direte voi! La coerenza di Casapound è innegabile! A Casapound non interessa essere in una maggioranza con cui non condivide valori e obiettivi! E invece no, e, per la sfortuna di Nulli, basta guardare lo streaming del Consiglio Comunale disponibile sul sito del Comune di Todi.

Casapound ha davvero gettato la maschera. Attendiamo ancora qualche contributo politico e amministrativo della forza politica “nuova”, ma per ora, a parte la pagina facebook “Comune di Todi – Manutenzioni”, non abbiamo visto nulla. Anzi si, una cosa l’abbiamo vista: l’approvazione della variante di Ponterio.

Commenti   

#4 filippo Linotti 2018-05-30 12:59
a Todi non sono certo diversi da quelli della segreteria nazionale. Se il modello e' un insulso come martina (volutamente minuscolo), uno che negli anni di sua reggenza ha distrutto il mondo a cui il dicastero che presiedeva si doveva dedicare(esperienza diretta), ecco spiegati questi ridicoli comunicati. La gente ormai vi conosce piu' che bene, siete la stampella dei poteri forti, ne piu' ne meno che alla stregua di berlusca che tanto (fate finta) odiate. Siete destinati all'oblio, altro che costituzione, che forse riuscite a leggere ma dubito comprendere.
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 Mary 2018-05-29 23:39
Io mi domando come facciate a non vergognarvi. Siete veramente ridicoli oltre che voltagabbana. Io, se fossi in voi, comincerei SERIAMENTE a farmi un esame di coscienza e visto mai vi tornasse in mente come e da chi è venuta fuori questa boiata del centro commerciale.
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 luca 2018-05-29 20:01
I consiglieri PD, nel loro delirio di onnipotenza, vogliono decidere chi deve essere presente e chi no per garantire o meno il numero legale...
Suggerisco al sindaco di prevedere uno psichiatra di sostegno per gli sconfitti...
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 CarlandreaCaprossini 2018-05-29 19:49
se il pd era così preoccupato di non far approvare la variante che il pd ha voluto. perseguito e progettato, i consiglieri del PD potevano andarsene facendo venir meno il numero legale. Perché avrebbe dovuto essere Nulli ad andarsene?
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER