Bruno Bertini
   
Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

pdComunicato Stampa Partito Democratico Todi

Il Partito Democratico di Todi, in relazione alle ultime vicende nazionali, che hanno visto come indegni protagonisti i grillini ed i fascioleghisti, esprime tutta la propria vicinanza e solidarietà al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ha saputo con decisioni coraggiose, ferme e lungimiranti sia difendere la nostra Costituzione da attacchi volgari e pericolosi sia mettere al riparo il Paese dallo scivolamento verso una crisi economica e sociale senza precedenti.

In queste ore la campagna di odio ingiurioso, di astio insultante, portata avanti dal tandem dei populisti sull'web, sta raggiungendo un acme rischioso quando viene pesantemente augurata la morte del nostro Presidente.

Il Partito Democratico invita tutti ad abbassare i toni e richiama i cittadini tutti gli iscritti ed i simpatizzanti alla vigilanza democratica, al sostegno pieno della iniziativa del Presidente e alla difesa della Costituzione, anche con la presenza a Roma alla Festa della Repubblica ed a tutte le manifestazioni che avverranno sotto queste bandiere di pace fratellanza e libertà.
In questo senso il nostro invito va anche a chi, nel centrodestra, non condivide questi toni allucinati, peraltro tendenti ad emarginare in quell'ambito le posizioni più liberali.

Commenti   

#4 CarlandreaCaprossini 2018-06-04 17:50
ma i piddini non sanno contare…

ora poi...non contano proprio….
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 Etrusco 2018-06-03 00:57
Se qualche volta invece di attaccarvi alla tastiera provaste a contare e fino a 10 fareste più bella figura ...
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 CarlandreaCaprossini 2018-05-31 11:54
Concordo sul fatto che i toni debbano essere abbassati e che vada rispettato il Presidente della Repubblica.
Ma poiché il Presidente è, appunto, "DELLA REPUBBLICA" e non del PD, ha il dovere di rispettare la volontà popolare indipendentemente dalle sue idee personali. Ed è questo che è garantito dalla costituzione e non il fatto che il Presidente della Repubblica possa ricusare un ministro solo perché non ne condivide il pensiero. La costituzione, infatti, non prevede la possibilità di rimuovere un ministro ma solo la fiducia o meno al governo o le dimissioni dell'interessato.. Forse reintrodurre l'educazione civica (insegnata bene) nella scuola non è sbagliato...
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 filippo Linotti 2018-05-31 09:03
Il THC fa male, il peyote peggio, per la vostra salute mentale date retta, smettete, passate alla gassosa, magari quella di Luzi. Dovreste essere i paladini delle classi disagiate e vi ritrovate a prestare il fianco agli speculatori. Parlate di costituzione ma non ne capite il significato. Vi scandalizzate ora per le stronzate che scrivono sul web, dove eravate quando le stesse cose se non peggio venivano (e vengono)scritte nei confronti di qualcun altro??? La costituzione difesa dal vostro presidente non e' quella italiana ma quella dei mercati o di chissa' quale altro paese e la cosa veramente grave di tutta questa vicenda e' che l'ha dichiarato pubblicamente e senza alcuna vergogna. Mi basta e avanza sapere che compagni un po' piu' compagni di voi hanno dato a questa ignobile vicenda una chiave di lettura diametralmente opposta alla vostra, diciamo molto prossima al fascioleghismo, grazie Giulietto, grazie Diego. Mi consola sapere che il piu' valente costituzionalista italiano (non l'unico peraltro, ma il piu' autorevole) ha bocciato l'operato del vostro sig. presidente, grazie Valerio. Per fortuna che poi esistono ancora giornalisti liberi che contrastano il lerciume del pensiero unico e guarda caso hanno un'opinione antitetica alla vostra, grazie Massimo, grazie Maurizio, grazie Marcello, grazie Pietrangelo. Come diceva quella tal Alessia (che fine hai fatto???) siete il peggio del peggio ed ancora avete l'ardire di produrre questi comunicati lisergici.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER