Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

PIZZICHINIFLORIANdi Floriano Pizzichini.

Desidero esprimere il più sincero e sentito apprezzamento per l'iniziativa Cinema d'essai. Un evento che merita la massima attenzione cittadina e delle istituzioni per la capacità di coniugare cultura, svago e territorio, attraverso l'arte cinematografica e l'ambientazione in cui viene proposta.

Una delle poche manifestazioni legate alle nostre frazioni ( con l'eccezione di quelle che in maniera lodevole nascono nelle frazioni stesse grazie alle pro loco e alle associazioni), con l'intento, secondo me riuscito, di riscoprire o, in molti casi scoprire, le tante bellezze in esse racchiuse.

Un patrimonio artistico, storico e culturale che si abbraccia grazie alla straordinaria forza emotiva del Cinema e alla capacità di evocare e tirar fuori da ogniuno di noi la parte più sensibile e tesa al bello.

Un racconto itinerante, quello portato nelle piazze e bei borghi da Mauro Giorgi e dagli organizzatori, che sposa benissimo la dimensione di una città come Todi, che va vissuta lentamente, profondamente, per coglierne ogni aspetto, ogni sfumatura, ogni particolare. Un'iniziativa che ha camminato e cammina principalmente sulle proprie gambe e su cui l'amministrazione dovrebbe investire, cogliendo le tante opportunità che da essa e intorno ad essa possono nascere. In una città che soffre per la chiusura del proprio unico cinema, questa manifestazione apre una finestra sul futuro, portando tutti noi a sperare e a lavorare per far crescere e vivere al meglio la nostra città.

Commenti   

#5 antonio rossi 2018-09-04 09:56
Vale comunque la pena tentare di spiegare achi è cerebralmente in grado di capire ciò che legge, che mentre "La Schivata" di Abdellatif Kechiche rientra nei films d'essai, Brancaleone è un film popolare e basta. Mentre La Giornata Balorda è un film d'essai, Per Grazia Ricevuta non lo è. Quanto a chi s'incaxxa ae scrivo cose normalissime si spiega subito: è uno a cui piace fare il f..... con il c... suo.
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 CarlandreaCaprossini 2018-09-04 08:07
Sono d'accordo con la proposta di Pizzichini e con i commenti di Rossi e Linotti.

Non capisco l'attacco di cineasta a Rossi. Antonio non ha certo criticato l'iniziativa. Ha solo espresso perplessità su di un film.
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 Filippo Linotti 2018-09-03 12:00
La differenza tra chi ha qualcosa da dire e chi usa i "social" per sfogare le proprie frustrazioni. Colgo l'occasione per tirare le orecchie all'amministratore, perché non vedo che senso abbia pubblicare un intervento come quello vergato da tal cineasta. Puo' contribuire in maniera fattiva ad una discussione?? Apporta elementi tecnici tali da confutare le argomentazioni di A. Rossi??
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 Cineasta 2018-09-02 16:20
Rossi... la.prossima volta sceglieli te ... però compra anche lo schermo, il proiettore, l'amplificazionme ecc. Ecc ecc sennò è fare i .... col c. degli altri !
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 antonio rossi 2018-09-02 02:02
Per definire "d'essai" una rassegna cinematografica occorre scegliere le pellicole secondo criteri legati a qualità artistica, valori concettuali intrinseci dell'opera, considerazione unanime da parte della critica ed anche, per non farla lunga, alla rarità del film: l'esclusività è una prerogativa. Bene l'iniziativa dunque, ma includere nella rassegna (pur se si tratta d'un capolavoro) L'Armata Brancaleone, è un po' come pretendere di far sfilare una Talbot Tagora in un raduno di vere auto storiche.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER