Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

disinformaziadi Manuel Valentini.

Riconnettere politica e cultura e cercare di capire cosa si muove nella società, proponendo nuovi spunti di analisi. È questa l’intenzione che ci ha spinto ad organizzare la presentazione del libro di Francesco Nicodemo “Disinformazia. La comunicazione al tempo dei social media”. Un libro importante e dal riscontro di pubblico notevole, scritto da uno dei massimi esperti di comunicazione digitale italiani, nonché responsabile, nel 2013-2014, del dipartimento comunicazione del Partito Democratico e Consigliere di Gentiloni a Palazzo Chigi nello staff del Presidente del Consiglio.

Un saggio che si destreggia abilmente tra fake news e polarizzazione mediatica, trattando i temi più caldi dei rapporti che legano attualmente comunicazione e politica. Un vero e proprio antidoto alla paura, visto che l’autore è conscio non solo dei rischi, ma anche delle opportunità offerte dai social media.

 

Opportunità che, ultimamente, il Partito Democratico non è stato in grado di cogliere a pieno. Ed è proprio perché crediamo che una discreta parte del necessario rilancio di un progetto progressista per questo paese si giochi sulla comunicazione che abbiamo invitato Francesco Nicodemo a parlare di questi temi.

L’incontro, che vedrà anche la presenza del consigliere regionale Giacomo Leonelli, si terrà venerdì 7 settembre alla libreria Ubik di Todi (via Ciuffelli, 1). L’introduzione sarà a cura di Manuel Valentini (Capogruppo in Consiglio comunale), mentre a moderare l’incontro sarà Umberto Magni (membro della segreteria comunale). 

I cittadini sono invitati a partecipare!

Commenti   

#3 mpierdomenico 2018-09-10 10:16
Certo è comprensibile che l'iniziativa possa essere non rispondente ai gusti di molti. Ma, forse, la partecipazione avrebbe consnetito di verificare che il tema era molto più ampio di quanto riportato nei due commenti risicati. Infatti sono stati fatti apprezzamenti su alcune modalità di comunicazione di esponenti di colore politico diverso in quanto il tema era incentrato su una analisi molto più ampia. Sono emersi i notevoli errori di comunicazione della sinistra, per quanto riguarda l'aspetto più politico. Poi si è cercato di apprendere i meccanismi della informazione attraverso la rete, le velouzioni tecniche e tecnologiche, i vari strumenti e la loro efficacia. Sinceramente ce la siamo poco cantata e suonata tra noi (e ciò mi rende felice). quando si cerca di aprire gli orizzonti, al di là delle scelte individuali, può essere positivo. Non si è parlato di fake news di destra o sinistra e/o demonizzato l'una o l'altra, ma, piuttosto di come e perchè si costruiscono. quindi come vedete aspetti più tecnici...
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 CarlandreaCaprossini 2018-09-07 10:49
Eppure per la sinistra è facile:

tutto ciò che riguarda in negativo la sinistra sono fake news o macchina del fango; tutto ciò che in negativo riguarda il centrodestra è sicuramente vero. Non c'è bisogno del saggio…
C'è bisogno di onestà intellettuale, ma ormai è più rara dell'oro...
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Filippo Linotti 2018-09-06 01:00
Quindi il re dei disinformatori.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER