Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

todiperlafamigliaComunicato stampa Todi per la Famiglia.

L'amministrazione comunale di Todi prende le distanze dal protocollo attuativo della legge regionale 3/2017 contro le discriminazioni di genere firmato giovedì 20 settembre in Regione.

Il tavolo di lavoro che si verrà a costituire ha reso ancor più divisiva l'attuazione della già controversa norma passata dopo numerose polemiche ad aprile dello scorso anno. Tale tavolo infatti ha escluso volutamente associazioni di genitori e altri soggetti che avrebbero potuto garantire la libertà educativa sancita dagli articoli 29 e 30 della nostra Costituzione. Viene infatti veicolato il messaggio che la famiglia è il luogo della discriminazione, degli stereotipi e dove si ledono il rispetto e la reciprocità.

Non è condivisibile, d’altronde, l’inserimento di progetti improntati sulle teorie di genere nelle scuole, che inizialmente sono state escluse dall'attuazione della norma stessa, e che ora invece viene presentato come momento fondamentale per il contrasto "degli stereotipi e dei ruoli di genere".

Siamo altresì convinti della necessità di tutela dei diritti fondamentali del rispetto della vita privata e familiare, libertà di pensiero, di coscienza e di religione, quale premessa fondamentale per l'esercizio del diritto dovere dei genitori di educare i propri figli. Siamo dunque convinti che tali argomenti che di per sé appaiono divisivi e contrastanti prima di essere approvati debbano esser oggetto di un lungo ed approfondito dibattito. Il fatto che nella media Valle del Tevere si sia scelta una strada diversa ci dispiace, in quanto non appare rappresentativa della sensibilità dei nostri territori.

Commenti   

#10 antonio rossi 2018-09-29 10:34
Questo sistema de prrsa del potere chiama "dittatura delle minoranze". Per gli omosessuali si giustifica, dato che per fortuna sono effettivamente in minoranza, ma riguardo alle donne non l'ho mai capito. È una vera discriminazione a danno degli uomini, e noi la tolleriamo dopo averla creata. Voglio la parità di diritti con le donne.
Citazione | Segnala all'amministratore
#9 CarlandreaCaprossini 2018-09-28 20:06
Aboliamo pure la differenza tra uomo e donna.
Definiamoli tutti...come? Esseri? Soggetti? Umani? VA bene!
Allora chiedo:
1. Perché quando viene uccisa una donna, si parla di "femminicidio" e non comunemente di omicidio?
2. Perché nei concorsi per l'arruolamento nell'esercito, alle donne viene riservato il 50% dei posti messi a concorso ed i parametri per l'arruolamento sono inferiori rispetto a quelli dell'uomo?
3. Perché nelle liste elettorali è stato necessario stabilire le quote rosa?
4. Perché si continua a lamentarci che le donne guadagnano meno degli uomini?
5. Perché, se non c'è differenza, la precedente Presidente della camera ha sperperato denaro pubblico per coniugare al femminile tutta la carta intestata dell'ufficio da lei presieduto con danno economico e ambientale?
Ecc...
Citazione | Segnala all'amministratore
#8 Filippo Linotti 2018-09-28 07:58
Grande Antonio, non potevi inquadrare meglio l'argomento.
Citazione | Segnala all'amministratore
#7 antonio rossi 2018-09-27 00:57
Appare del tutto inutile seguitare a discutere con soggetti che,privi di facoltà critiche autonome,si lasciano passivamente indottrinare dai media controllati dall'attuale sinistra agonizzante.Parafrasando Mieli,la teoria de-gender è un'infezione estremamente virulenta,che attecchisce di preferenza nelle personalità deboli,ingannandole con un falso ideale di progresso socio-comportamentale:quando al contrario,se mai dovesse prender piede e divenire norma, distruggerebbe dal suo interno la struttura stessa della società,perché ne minerebbe il fondamento,cioè la famiglia. Non dimentichiamo che a Mieli fu diagnosticata da Zapparoli,psichiatra di fama nazionale, una psicosi maniaco depressiva con pousseés schizoidi,che lo portò a suicidarsi a trentuno anni.Oggi i suoi seguaci più devoti considerano questo gesto estremo come un atto eroico.Io dico: chi lo ama,lo segua.Ma in fin dei conti, ecco da quale cervello fuoruscì,assieme ad altre e ben più gravi devianze,quali la pedofilia pederastica,la zoofilia,la coprofilia e coprofagia,l'odierno cavallo di battaglia della sinistra italiana arcobaleno e progressista:la teoria de-gender,come la chiamo io.Chi non accetta il fatto,chi non lo ammette,chi lo nega, si faccia una cultura in materia acquistando,leggendo e comprendendo (se riesce)il suo Elementi di critica omosessuale,e si renderà conto che quanto sopra è semplicemente reale,non estrapolato ad arte dal testo.Siamo tutti bravi a dire che la verità è con noi, quando neghiamo a priori la verità oggettiva con argomenti eclatanti ma inconsistenti:e così facendo, come accade per le fake news,troviamo facilmente un mare di fessi che se ne convincono e ne fanno una ragione di vita,perché oggi vince chi le spara più GROSSE.Grazie al Web, ed alla capillare diffusione della sub-cultura che ne deriva.
Citazione | Segnala all'amministratore
#6 luca 2018-09-23 12:09
Veramente, Maria, mi sembra che chi non vuol vedere è lei (e la Boldrini).
Quanti episodi di violenza carnale ci sono stati nel solo 2018 operati da exracomunitari ai danni di ragazzine minorenni? HA una vaga idea dei danni soprattutto psicologici che questi soggetti hanno prodotto nella psiche di queste bambine? Perché voi che volete a tutti i costi l'immigrazione e l'integrazione non vi prendete nelle vostre case un immigrato ciascuno e lo accudite?
E' facile fare i generosi con i soldi altrui.
(Ricucci avrebbe detto un'altra cosa ma...)
E, riguardo l'integrazione, quanti episodi ci propone la cronaca di padri che sequestrano o uccidono le figlie che non vogliono sposare l'uomo che il padre le ha desstinato o che vogliono "vivere all'occidentale"? Non sono certo quelli del centrodestra che non vogliono vedere.
Citazione | Segnala all'amministratore
#5 CarlandreaCaprossini 2018-09-23 08:56
@ Maria

una violenza non esclude l'altra, ma per questo mi sembra inutile e costoso (soprattutto costoso) importare altri delinquenti da fuori.
Se non conosci i dati dei detenuti extracomunitari ed il loro costo giornaliero (oltre le multe che ci commina l'Europa per il sovraffollamento delle carceri e per il sovraffollamento dei centri di accoglienza) documentati!
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 Filippo Linotti 2018-09-23 00:04
La vera vergogna cara Maria è continuare a propagandare come cosa normale, dettata dal progresso, dalla modernità senza limiti, una oscenità sconosciuta in natura. Ribadisco in natura!!!!!! Peccato che di solito però la natura poi vince sempre e temo che di fronte ad un essere umano così idiota giochi una partita particolarmente facile.
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 Maria 2018-09-22 18:59
Donne uccise o massacrate da mariti italiani, figli uccisi da padri o madri italiane.....voi destri fate finta di non vedere.....vergognatevi.
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 CarlandreaCaprossini 2018-09-22 17:56
Ahhh! Allora non sono il solo a nutrire dubbi sulle facoltà mentali di certi personaggi! Meno male!
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 luca 2018-09-22 12:45
Sono anni che giornali e TV ci IMPONGONO la teoria che non c'è nessuna differenza tra uomo e donna e tutto quel che segue…
Peccato che poi la cronaca ci regali ben altro, tipo le continue violenze sessuali che vengono perpetrate dagli invasori nei confronti delle nostre donne indipendentemente dalla loro età, perché, per i loro usi e la loro cultura, la donna è un essere inferiore che si può trattare come uno zerbino.
Il bello è che coloro che propugnano l'accoglienza indiscriminata di questi soggetti sono gli stessi che combattono per eliminare i ruoli di genere…
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER