Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

POLVERINID


La chiusura di tre svincoli consecutivi e cantieri per oltre 10 Km hanno di fatto reso impercorribile anche la strada provinciale interna. Daniele Polverini, coordinatore del Circolo PD di Ponterio, sollecita, con una nota, l'intervento dell'Amministrazione Comunale.


In questi giorni purtroppo la nostra città e noi cittadini stiamo assistendo passivamente a una situazione alquanto surreale. È da molti mesi che la superstrada E45 - nella tratta da Perugia a Terni - è oggetto di interventi strutturali più che mai necessari con una serie di investimenti importanti che mancavano da molti anni.

E’ pur vero però che la programmazione degli interventi ci lascia abbastanza perplessi, soprattutto in relazione alle esigenze di tutti i cittadini tuderti, e di tutte le utenze che, ogni giorno, gravitano intorno alla nostra città. Svincoli chiusi tra Colvalenza e Pantalla e cantieri di oltre 10 Km costringono gli automobilisti a percorrere ogni giorno strade interne, come la strada di Pian di Porto dove, da mesi ormai, ogni mattina l’ intenso traffico va a peggiorare le condizioni di una strada con attraversamenti stradali di per sé già pericolosi.

Nella giornata di Venerdì, però, si è passato il segno. La chiusura di 3 svincoli consecutivi in direzione Perugia – da Todi Ponterio, Fratta Todina e Pantalla – senza un minimo di segnaletica ha di fatto reso impercorrebile la strada provinciale interna dove era già presente un senso unico alternato e regolato da semaforo per altri lavori in corso. A questo si aggiunge il fatto che la chiusura dello svincolo di Pantalla, senza alcuna segnalazione, rende il raggiungimento dell’Ospedale di Comprensorio un’impresa. Possibile che non ci sia modo di alternare i lavori e consentire in caso di necessità di poter raggiungere nel minor tempo possibile l’ospedale?
E, soprattutto, è mai possibile che la nostra amministrazione comunale non si faccia sentire, che non dica nulla e non intraprenda alcuna iniziativa per evitare questa situazione?

Una sola raccomandazione: ai primi sintomi di una qualsiasi cosa, avviciniamoci a Pantalla....rischiamo sennò di dover fare il “girone dell’inferno”!

Comunicato stampa di Daniele Polverini - Coordinatore Circolo PD di Ponterio.

Commenti   

#9 CarlandreaCaprossini 2018-10-11 12:20
Grazie Filippo
Il fatto è che a Ren, come del resto a moltissimi altri, da fastidio ciò che scrivo quindi ha approfittato dell'occasione per fare la figura del diversamente intelligente, riuscendoci benissimo.
Citazione | Segnala all'amministratore
#8 CarlandreaCaprossini 2018-10-10 19:33
Ren ti suggerisco di farti cis da u no visitare da uno bravo...o in alternativa cambiare spacciatore. Oppure scegliere vino di qualità riducendo la quantità assunta. U
Citazione | Segnala all'amministratore
#7 Filippo Linotti 2018-10-10 09:28
Non e' che io faccia l'avvocato difensore di Caprossini, ma credo che il suo intervento sia stato mal interpretato.
Citazione | Segnala all'amministratore
#6 Ren 2018-10-09 21:07
Concordo con Rossi, a quest'ora bisognava usare trattori o cavalli non Che Ci sia nulla di male ma...
Tra l'altro mi hanno detto stasera che Ci sono Stati svariati interventi su molte strade provinciali in vari comuni confinanti con noi, a Todi restano ancora critiche svariate strade. Provinciali o non provinciali comune o non comune la giunta Ruggiano deve fare qualcosa. Pero' si perde tempo a chiudere i seggi "costosi" bah.Carlandrea sei sempre il solito Italota Che si lamenta! Allora Cammina nelle buche. Riguardo il Pd vabeh lasciamo sta
Citazione | Segnala all'amministratore
#5 Filippo Linotti 2018-10-09 15:08
L'unico addebito che mi viene da fare semmai, visto che la cosa sembra confermata, e' che viene steso asfalto non drenante. Riguardo l'Ospedale poi mi risulta che quelli di Marsciano, Fratta, Montecastello, Deruta non ci arrivino o ci siano arrivati con mezzi aerei o battelli fluviali, mi risulta che abbiano percorso anche loro la vecchia viabilita'.
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 antonio rossi 2018-10-07 22:41
Carlandrea non dico che siano pochi, tutt'altro. Solo dico che bisognava assolutamente riqualificare il manto stradale fino alla giusta profondità, e lo stanno facendo. Lamento solo che non facciano turni aggiuntivi nei fine settimana, si finiva molto prima. Ma onestamente, gravi disagi per Todi, ma che film hanno guardato?
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 CarlandreaCaprossini 2018-10-07 13:43
Quoto Filippo.
Già nel tratto Perugia - Terni si incontrano 4-5 cantieri e si attraversano 9 differenti comuni...
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 antonio rossi 2018-10-07 10:13
Buoni, state buoni e non buttate tutto in politica, che oltretutto san Damiano è riaperto da qualche giorno. Ricordatevi invece di quando i vostri compari al governo della regione volevano a qualunque costo la trasformazione della E 45 in autostrada,"per far ripartire l'economia" (di chi, lo so io): poi per fortuna arrivò del Rio, gli fece un [censored]atone e finì lì.
Se non li avesse bloccati, unica sua azione meritoria, altro che tre svincoli chiusi per due mesi:al posto della E45 e delle strade secondarie, se volevamo muoverci in Umbria dovevamo passare a piedi per i campi almeno per una decina d'anni. Quindi non scrivete sbronzate tanto per scrivere qualcosa, io mi muovo ogni giorno e, a parte un po'di traffico in più sulle secondarie, non c'è altro. Nessun cantiere di 10 km, non esiste, il più lungo è di 7.
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Filippo Linotti 2018-10-06 22:44
La E45 tutta,da Orte a Ravenna, era famosa per essere una delle SSV più disastrate d' Italia. Lunedi per l' ennesima volta me la cibero' fino a Cesena Nord. Lo sa' questo illuminato piddino quanti cantieri incontrero' lungo il tragitto, esclusi questi della MVT che così tanti disagi stanno provocando. La risposta è tanti, se vuole glieli indicò uno per uno, soprattutto gli indico da quanto tempo in certi tratti sono presenti i cantieri di lavoro; anni. Anni di deviazioni su strade secondarie semi- montane, di continui salti di corsia. D' altra parte lo sa' quanti sono stati gli anni di bestemmie per i crateri centrati, con annessi danni alle auto e spesso alle persone: tanti, troppi, glielo assicuro. Allora delle due una: o si sopporta un minimo e non si polemizza giusto perché fa moda o si tengono le strade come colabrodo, con tutti i rischi annessi e connessi. Io che certe strade le percorro per centinaia di gg. l' anno da oltre trenta anni, scelgo sicuramente la prima opzione.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER