Nuova sanitaria
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

ranchicchiogiunta


"Si dimetta così da affidare un comparto così strategico a persona più affidabile e competente".


Si sta svolgendo a Orvieto il Festival dei Diritti e sembra già essere un successo in ogni senso, di pubblico, di partecipazione, di impatto mediatico e pubblicitario per quella Città.

Siamo contenti per Orvieto ma siamo dispiaciuti per la nostra Todi: si, perché non tutti sanno che questa è una, tra le altre, delle manifestazioni che la attuale amministrazione ha scelto di non volere più a Todi.

Insomma cacciata via senza un perché, un percome ed un Progetto alternativo.

Tutto ciò gestito (si fa per dire in questo caso) dall' Assessore Ranchicchio (foto) per conto del Sindaco: parliamoci chiaro, che ad oggi il già citato non abbia le qualità per governare un Assessorato così strategico per Todi come quello della Cultura è pensare comune in città, basti sottolineare che il suo operato si è limitato, a fatica tra l’altro, a confermare secondo i programmi tradizionalmente realizzati alcune delle prima tanto criticate manifestazioni della precedente amministrazione ed a far saltare alcune altre come appunto il Diritti a Todi, la notte bianca, etc.

Ciò senza mettere in campo non solo una spiegazione razionale sul pregresso (Vi inviterei ad andarvi a leggere il piano marketing della Città, redatto dallo stesso Assessore, 3 paginette che ci mettono in ridicolo di fronte a chiunque voglia venire a fare qualcosa a Todi, ma forse è meglio di no altrimenti la tristezza ed il disgusto prenderanno il sopravvento) ma neanche, soprattutto, uno straccetto di programmazione Eventi, insomma un Progetto di sviluppo culturale e turistico insieme, che promuova la Città.

L'unica promozione accuratamente svolta, e gliene diamo atto, è quella dei selfie, dei buongiorno-buonasera e delle sgambate veloci presenzialiste.

Così non si può andare avanti, stiamo perdendo tutti i treni dello sviluppo culturale cittadino: ci rendiamo conto che, essendo stato lì insediato proprio per queste non qualità amministrative non possa essere rimosso per cui ci sentiamo in dovere di rivolgerci direttamente a lui, a Ranchicchio, perché, in un sussulto di dignità, si dimetta così da affidare un comparto così strategico a persona più affidabile e competente.

Comunicato stampa Partito democratico Todi

Commenti   

#2 CarlandreaCaprossini 2018-11-05 08:41
Filippo sei ingiusto!
Dovresti sapere che i piddini sanno solo criticare il prossimo ma quando si tratta di fare (anche male, perché fare bene non è nel loro DNA) completano la totale confusione che li contraddistingue.
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Filippo Linotti 2018-11-05 08:20
Ranchicchio potrebbe anche essere sostituito, perché no. Se dovesse dipendere pero' da questo festival, allora credo che potrebbe tranquillamente rimanere al suo posto. Non mi sembra di ricordarlo come evento catalizzatore di folle oceaniche, di risalto mediatico, di attenzione turistica particolarmente significativa, quando veniva svolto a Todi, sotto l'egida di caprini. Assessore che in fatto di inconsistenza e' stato un vero maestro. A Ranchiccio anche assessore allo sport chiederei invece di sbrigarsi a sanare certe situazioni pendenti che riguardano la gestione di certi impianti sportivi comunali; situazioni che rossini e caprini hanno fatto finta di non conoscere.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER