Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

pd


"Patetico il tentativo di nascondere le palesi incapacità amministrative rivendicando opere pubbliche la cui paternità appartiene ad altri."


Ci fa piacere che l’assessore Moreno Primieri continui ad apprezzare il lavoro fatto dalla giunta che l’ha preceduto. Non c’è opera pubblica, infatti, approntata dalla giunta di Centrosinistra di cui il buon Primieri non tenta maldestramente di rivendicare la paternità,

come dimostra anche in questi giorni la sua ennesima uscita in tal senso. Forse Primieri vuole battere il record delle brutte figure? Beh, lo rassicuriamo: ci sta riuscendo benissimo! 

Il progetto di riqualificazione del Parco della Rocca nasce grazie alla precedente amministrazione, che ha reperito i finanziamenti e fatto partire la suddetta opera. Proprio allora si è intensificata la collaborazione con la scultrice Beverly Pepper, che ha portato alla donazione da parte dell’artista di alcune sue opere al Comune di Todi. Primieri dovrebbe ricordarselo bene, in quanto la donazione è stata portata dall’amministrazione di centrosinistra nella massima assise comunale onde essere approvata, quando egli era sedeva sui banchi dell’opposizione.

Sempre chi l’ha preceduto ha lasciato in eredità alla città anche il recupero del ciclo pittorico quattrocentesco della sala affrescata di Via del Monte e la riqualificazione degli spazi delle chiese di proprietà comunale di Sant’Antonio e della SS. Trinità, al fine di creare spazi di valore per mostre di una certa importanza.

Queste opere rientrano nel più ampio progetto dei nuovi attrattori culturali della città di Todi, che comprende, oltre ai già citati interventi, la riqualificazione e recupero delle cisterne romane, dei portici comunali e dell’ex convento delle Lucrezie.

Per essi, l’azione amministrativa portata avanti dal centrosinistra ha ottenuto un contributo complessivo da parte della Regione Umbria di 1.100.000 euro, funzionali alla realizzazione di un progetto di crescita della città.

È sotto gli occhi di tutti, tuttavia, che da un anno e mezzo a questa parte, grazie all’operato del sindaco Ruggiano e al fondamentale contributo dell’assessore Moreno Primieri, molte opere pubbliche che erano già in itinere sono ferme, mentre altre vanno avanti per forza d’inerzia.

Ci sembra quindi abbastanza patetico il tentativo di nascondere le palesi incapacità amministrative dell’attuale giunta rivendicando opere pubbliche la cui paternità appartiene ad altri.

Comunicato stampa Gruppo consiliare Partito Democratico.

Commenti   

#3 luca 2018-11-22 13:19
Ma è vero che i militanti della sinistra bolognese hanno sradicato l'albero messo a dimora dai ragazzi de "La Foresta che avanza" il giorno della "Festa dell'albero"?
Possibile che sono così [censored] da attribuire un colore politico anche agli alberi?
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 Filippo Linotti 2018-11-22 12:57
Si diceva:"cosa fatta capo ha". Dovrebbe valere sempre, non solo quando fa comodo. Ovviamente la destinazione e' bipartisan.
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 CarlandreaCaprossini 2018-11-22 12:43
Certo detto da chi ha affondato città, provincia regione e nazione parlare di incapacità altrui è quantomeno risibile.
Inoltre è bene sottolineare che le opere appartengono a chi le conclude non a chi vende aria fritta come fate voi da 70 anni...
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER