Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

sensinipassero


Il Segretario regionale della Lega, Virginio Caparvi, chiede chiarezza sui criteri di assegnazione.


«Occorre dire al sindaco Bruscolotti», afferma Luana Sensini Passero (foto), referente territoriale della Lega, «che gli alloggi a canone sociale, ossia le case popolari, che di recente ha consegnato sono cinque e non sei. Infatti un attico messo a disposizione dall’Ater  è stato rifiutato da un marocchino.

 

La notizia, di dominio pubblico, ci è stata riportata da diversi cittadini. Tuttavia, sinceramente, non comprendiamo la rinuncia da parte del magrebino, naturalizzato o meno che sia, in quanto la casa popolare è un bene ambito sia dagli italiani, sia dagli stranieri. Né, parimenti, non comprendiamo il comportamento dell’amministrazione comunale che ha offerto una casa popolare e ha ricevuto un secco rifiuto da parte del marocchino».

«Come mai un cittadino marocchino, con famiglia», si chiede la Sensini Passero, «rifiuta una casa popolare nuova di zecca rischiando di essere escluso dall’Ater dalla graduatoria delle case popolari?

Altri cittadini di Massa Martana, che aspiravano ad avere quella stessa casa popolare e che invece sono stati esclusi, ci hanno detto che il marocchino avrebbe ricevuto dall’amministrazione Bruscolotti la certezza di avere presto un’altra casa popolare, di metratura più grande.

Il Pd sta cercando di ottenere voti dalla comunità musulmana locale visto che gli italiani non li votano più? Oppure c’è da pensare che l’Ater consegni case non adatte ad essere abitate? Aspettiamo spiegazioni dall’amministrazione Bruscolotti e dall’Ater.

Noi della Lega sappiamo che, anche a Massa Martana, ci sono cittadini italiani che, nonostante i bassi redditi e percentuali d’invalidità davvero rilevanti, attendono da molti anni la casa popolare dal Comune e dall’Ater. E che c’è stato un cittadino marocchino che, invece, l’ha rifiutata al Comune».

«Vogliamo chiarezza sul criterio di assegnazione delle case popolari a Massa Martana», afferma il segretario regionale della Lega, Virginio Caparvi. Per scegliere l’appartamento che più aggrada le proprie esigenze ci si deve rivolgere al mercato immobiliare, non richiedere la casa popolare. Terremo gli occhi aperti»

Comunicato stampa Lega Massa Martana.

Commenti   

#8 Filippo Linotti 2018-12-06 20:23
Poco dopo la metà del comunicato, in neretto e quindi ben visibile, si legge:"...la certezza di avere presto una nuova casa popolare, di metratura più grande". Promessa del Sindaco al sig. marocchino, sembrerebbe!!!
Citazione | Segnala all'amministratore
#7 CarlandreaCaprossini 2018-12-06 18:51
cittadino

è possibile che tu non apprezzi la lega ma azzardare che la signora dice stupidaggini
è una colossale stupidaggine a meno che tu non dimostri il contrario...
Citazione | Segnala all'amministratore
#6 Filippo Linotti 2018-12-06 16:35
Per cittadino: è scritto pico dopo la metà del comunicato ed è anche nerettato, giusto per metterlo in evidenza. "...la certezza di avere presto un' altra casa popolare di metratura più' grande".
Citazione | Segnala all'amministratore
#5 Cittadino 2018-12-06 11:16
Il marocchino sceglie la metratura della casa ? Ma dove lo vedete scritto ripeto se ritenete che ci siano irregolarità denunciate ,poi se vincete le elezioni cambiate il regolamento della case popolari,
Nel frattempo invece di dire stupidaggini la sig .ra leghista pressi l ammistrazioni ad assegnare questa casa rimasta sfitta .
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 luca 2018-12-06 08:14
Concordo con Freddo.
Nemmeno io avrei rinunciato.
Tuttavia ricordo di aver letto tempo fa che ci furono molti rifiuti per case popolari al centro di Bologna vicine a tutti i servizi perché "non avevano il terrazzo"...
Come cantava Mia Martini "...la gente è strana…"
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 Freddo 2018-12-05 20:47
Io non penso che la leghista abbia visto irregolarità.. Io penso che la leghista sia Giustamente indignata (come lo sono io) del fatto che questo marocchino sia nella facoltà di scegliersi la metratura della casa popolare!!! Se vuole scegliere c'è la Bonifazi, Tecnocasa, non l'ater!!! Io sono 16 anni che sto in attesa di una casa popolare, e credimi, non rinuncerei per niente se me la dessero anche un po' più piccola!! Si vede che il marocchino non ne ha così tanto bisogno....
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 CarlandreaCaprossini 2018-12-05 20:20
Prima di fare il processo alle intenzioni aspettiamo di vedere cosa accade.
Generalmente se uno (indipendentemente dalla nazionalità) rinuncia all'assegnazione retrocede in graduatoria a seguito di penalità.
Quindi la casa va al primo degli esclusi e, per le assegnazioni successive vengono riformulate nuove graduatorie.
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Cittadino 2018-12-05 17:05
Non capisco lo scoop .....se l avente diritto non la prende rifaranno la graduatoria .la Leghista se vede irregolarità denunci ma no qui ....
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER