Elio Andreucci
   
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

pilatiandrea


Terapia del dolore mediante agopuntura, stimolazione cognitiva ed il ripristino del punto prelievi, le proposte del Consigliere Pilati.


La Casa della Salute di Marsciano è stata una valida iniziativa per compensare il trasferimento dell'Ospedale comunale, dopo un attento confronto sia con i potenziali fruitori dei servizi messi a disposizione dal plesso, sia con i dirigenti, Andrea Pilati – Consigliere del Comune di Marsciano ha ravvisato la necessità di potenziare l'offerta a disposizione dei marscianesi.

Tre le iniziative portate avanti: ripristino della terapia antalgica del dolore mediante agopuntura, laboratorio di stimolazione cognitiva per i malati di Alzahimer e ripristino del punto prelievi

In particolare con le mozioni presentate e discusse intanto in III Commissione ha proposto di lavorare su tre iniziative.
La prima è quella relativa al servizio di terapia antalgica mediante agopuntura. Fino a poco tempo fa era possibile ricorrere a questo tipo di competenza medica nel trattamento di varie patologie con grande beneficio delle persone coinvolte. Il trasferimento del medico che si occupava di medicina alternativa ha causato la cessazione di un servizio gradito, che permetteva anche di ridurre l'uso di farmaci più impattanti sul fisico, specie delle persone anziane. Sappiamo che c'è un tavolo regionale per le medicine alternative che si occuperà – tra le altre cose – di distribuire in maniera equa il servizio sul territorio umbro. In questa attività di pianificazione il Consigliere Pilati chiede al Comune di Marsciano di essere presente ai tavoli competenti per far si che possa risultare aggiudicatario di una pratica medica per la quale era già stato espresso gradimento da parte degli utenti.

La seconda iniziativa ha ad oggetto la realizzazione di un Laboratorio di stimolazione cognitiva simile nella sua organizzazione a quello già funzionante nel Comune di Fratta Todina, peraltro con ottimo riscontro. Intervenire sulle patologie degenerative che colpiscono le persone è l'unico modo per rallentarne il decorso, migliorando la qualità della vita dei soggetti e anche il loro impatto sul sistema sanitario. Peraltro la misura è coerente con la cura delle persone anziane, focus già seguito con la futura realizzazione della Casa di Riposo e i servizi ad essa collegati. Il problema da risolvere in questo caso è, innanzitutto, la disponibilità di spazi adeguati – la Casa della Salute non ha locali da poter destinare a questa funzione – e la nostra proposta è quella di mettere a bilancio delle risorse comunali che consentano di locare un immobile ed avviare il progetto nel minor tempo possibile.

Infine ci si è interessati all'annosa questione del punto prelievo Avis. Da tempo si ravvisa la necessità di riportare a Marsciano un punto prelievi, che oggi si trova unicamente all'Ospedale di Pantalla. Nell'ambito della discussione in Commissione sono state rappresentate diverse difficoltà tecniche legate agli standard di sicurezza da rispettare per aprire un punto prelievi, tuttavia nulla di ostativo, tanto da rendere necessari ulteriori approfondimenti sul punto prima di poter assumere una decisione in merito. Insisteremo per ogni necessario confronto in quanto avvicinare il servizio di prelievo al donatore può essere un modo per aumentare le donazioni di sangue e invertire una tendenza negativa.

A breve queste tre tematiche entreranno nel dibattito consiliare, siamo convinti che possano diventare presto realtà attive e funzionanti a beneficio dell'intera collettività marscianese.

di Andrea Pilati - Consigliere Comunale.

   
© ALLROUNDER