Bruno Bertini
   

epifanidi Mario Epifani.

Caro Floriano,
è con rammarico che mi accingo a scriverti questa lettera. Devo ammettere, come qualcuno sostiene da qualche tempo, che sei politicamente spregiudicato. Devo farmi una ragione, anche se so bene che ti hanno messo con le spalle al muro, che non posso che dissociarmi dalla tua attuale condotta politica. Ciò senza rinnegare gli anni che ci hanno visto collaborare come attori dell’Amministrazione Ruggiano di Centrodestra. Tra i tanti torti qualcuno ha dunque ragione nel giudicarti un arrampicatore, che pur di raggiungere uno scopo imbonisce a destra e a sinistra. Nelle tue fila sono confluite persone di area di Centrodestra e di Destra Sociale perché dichiaravi di rappresentare queste realtà politiche. Poi hai cominciato a dire che il tuo movimento civico non era né di Destra né di Sinistra.

Ora te ne esci con una terza lista di stampo socialista e certamente non rinnovativa nei personaggi. Penso a quelle persone di area di Destra che ti hanno seguito in buona fede, gente che mai avrebbe voluto spartire la compagnia di socialisti, per di più con trascorsi amministrativi oscuri, socialisti che ora stai loro imponendo come compagni di quest’avventura elettorale. Spero che questi prendano coscienza di dove li stai portando e come li stai usando. Sono in tempo a non fare da spalla a un candidato sindaco ormai collocatosi a Sinistra. Auspico che l’elettorato di Centrodestra capisca e non si faccia ingannare dal tuo irrefrenabile trasformismo. Il panorama politico attuale, la tua condotta ambigua, non mi lasciano che la scelta personale di contrastare fermamente la tua candidatura a sindaco della Città.

"SI AUTORIZZA LA PUBBLICAZIONE SOLTANTO SE QUESTO DOCUMENTO RICEVERA' SOLO COMMENTI NON ANONIMI"

   
© ALLROUNDER