Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

ribecco


CasaPound: “Si sgretolano 70 anni di malgoverno della sinistra umbra, doverose le dimissioni dell’intera Giunta”


“L’arresto dell’assessore regionale alla Sanità Luca Barberini e del segretario del PD Giampiero Bocci, attualmente ai domiciliari unitamente alla perquisizione degli uffici del Governatore Catiuscia Marini, restituiscono l’immagine plastica di un ininterrotto esercizio clientelare del potere della sinistra in Umbria dal dopoguerra ad oggi.

Un sistema incancrenito e fondato su una fitta rete di privilegi, concessioni, abusi, che oggi sembra finalmente sgretolarsi sotto il peso delle indagini della magistratura ma anche, va detto, da un malcontento ormai pesante e diffuso da parte dei cittadini”.

Così in una nota Antonio Ribecco, coordinatore regionale di CasaPound, a commento degli sviluppi delle indagini della procura di Perugia che ha visto coinvolti i massimi vertici del Partito Democratico.

“Si tratta di accuse gravissime - prosegue Ribecco - che integrerebbero i reati di abuso d'ufficio, rivelazione del segreto d'ufficio, favoreggiamento e falso in merito ad un concorso per assunzioni in ambito sanitario che sarebbe stato truccato.

Insomma, ci troveremmo di fronte a un reato strettamente legato ciò che da tempo era già chiaro a tutti e da anni denunciamo: l’intervento sistematico del sistema di potere della sinistra umbra su ogni aspetto della gestione della cose pubblica nella nostra regione, al fine di preservare e perpetuare all’infinito il sistema stesso”.

“Fermo restando il rispetto per le doverose indagini e accertamenti della Giustizia, appare evidente come l’Umbria non possa attendere i tempi giustamente ponderati della magistratura. Di fronte ad accuse di questo tipo - conclude il coordinatore di CasaPound - riteniamo doveroso che già da oggi il presidente Marini e la sua giunta rassegnino le loro dimissioni permettendo alla nostra Regione di poter andare al più presto al voto”.

Comunicato stampa CasaPound Italia.

Commenti   

#7 filippo linotti 2019-04-17 12:43
Caro Antonio pero' si lamenta, dice il piddi e' giustizialista, che e' anche misogino (almeno Zingaretti). Come ben documentava Lattanzi, il malaffare puo' anche non sfociare nel "penale" e questo, almeno per lei potrebbe anche essere vero. Ma MALAFFARE rimane ed allora ecco rispuntare fuori quel sostantivo femminile tanto abusato in certi ambienti (quando gli fa comodo): MORALITA'!!! Ripeto anche che alcuni suoi predecessori fecero ben di peggio, come attestato dal buon Lattanzi.
Citazione | Segnala all'amministratore
#6 CarlandreaCaprossini 2019-04-17 11:13
Purtroppo ho appreso delle dimissioni della Marini dopo cena, altrimenti non avrei mangiato...
Citazione | Segnala all'amministratore
#5 antonio rossi 2019-04-16 21:56
Ammetto l'errore. Non è intervenuta la SS Totenkopf ma l'Armata Rossa. Il risultato è stato identico e, per ora, senza spargimento di sangue. Ottimo.
Citazione | Segnala all'amministratore
#4 antonio rossi 2019-04-16 11:43
Grazie Filippo. Mi consola leggere in rete il parere di Calenda, che contrariamente a quanti siedono nel Consiglio Regionale dell'Umbria È un politico.
Citazione | Segnala all'amministratore
#3 Filippo Linotti 2019-04-14 13:25
Non potevi essere più esaustivo, Antonio!!!!
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 antonio rossi 2019-04-14 11:28
A questi marpioni, per fargli mollare l'osso ci vorrebbe l'intervento della SS Panzerdivision Totenkopf.NON SE NE VANNO SPONTANEAMENTE PERCHÉ HANNO PERDUTO IL SENSO DEL REALE, IL LORO DELIRIO DI ONNIPOTENZA LI ISOLA DAL POPOLO. Ed è proprio il popolo responsabile della loro esistenza politica . Un circolo chiuso dal quale per ora l'Umbria non è culturalmente in grado di uscire, e che ne fa la Regione più depressa ed arretrata del centro Italia.
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Filippo Linotti 2019-04-13 09:30
Che il fenomeno fosse cosa ordinaria non ci sono dubbi, il buon Lattanzi ci aveva scritto sopra centinaia di pagine. Sul fatto che gli addebiti abbiano rilevanza penale ci credo un po' meno; ne ho viste e toccate con mano, indagini dal risvolto mediatico altissimo, rivelatesi fuffa. La questione morale invece, come la definiva il cugino di Cossiga, mi sembra deflagrare con inusitata potenza. Si perché Loro sono da sempre quelli superiori, quelli che guardano il prossimo dall' alto, quelli onesti, democratici, pluralisti, liberali, libertari. Infatti, fondamentalmente per i cassi loro e del partito. Non so la ns. concittadina quanto c' entri con questa faccenda, però voglio spezzare una lancia a suo favore, rammentando che altri che l' hanno preceduta, sembra fossero dei maestri in questi giochetti. Ed il buon Lattanzi l' ha copiosamente documentato e non mi sembra abbia avuto conseguenze penali. Professionali e personali non saprei!!!!
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER