Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

marscianosquadra


“Il nostro programma elettorale costruito insieme ai cittadini”


Un programma elettorale elaborato non solo “per” i cittadini, ma soprattutto “con” i cittadini. Questo uno dei punti di forza evidenziati dal candidato a sindaco di Marsciano, Francesca Mele, nel corso della presentazione del programma e della coalizione del centrodestra e civiche.

 

Nella cornice di un Teatro Concordia gremito di persone e annunciati dal giornalista e scrittore Marco Nicoletti e dai rispettivi capolista, hanno sfilato tra gli applausi tutti i candidati delle cinque liste che compongono la squadra: Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Futuro Marsciano e Unione Civica per il territorio. Presenti tra gli altri l’onorevole Virginio Caparvi, segretario nazionale Lega Umbria, Laura Buco, coordinatore provinciale di Forza Italia. Non presente in sala per altri impegni, ma vicino con il sostegno il senatore Franco Zaffini, coordinatore regionale Fratelli d’Italia.

LA SQUADRA
“Nessuno di noi è un professionista della politica, la coalizione è composta da cittadini come voi che tutti i giorni si impegnano nel perseguimento dei propri obiettivi – ha detto la Mele rivolgendosi al numeroso pubblico presente – Non dobbiamo dire grazie a nessuno se non a noi stessi e se abbiamo raggiunto dei traguardi personali è grazie al merito. Non siamo ricattabili e non scendiamo a compromessi – ha scandito la Mele tra l’approvazione di tutti i presenti – Il nostro progetto rappresenta una grande opportunità di cambiamento per Marsciano”.

IL CITTADINO AL CENTRO
Spazio all’illustrazione del programma: “Il nostro obiettivo è quello di riportare il cittadino al centro delle scelte dell’amministrazione – ha spiegato la Mele – Particolare attenzione abbiamo riservato alla famiglia, al diritto alla salute, alla sicurezza, alla tutela delle tradizioni e della storia locale, al rilancio dell’economica, alla valorizzazione del centro storico e al rilancio delle frazioni. Il programma è stato elaborato nel corso delle varie tappe e incontri che abbiamo avuto in questi mesi sul territorio e grazie al contributo fondamentale dei cittadini che hanno espresso esigenze ed evidenziato problematiche. E’ un programma concreto, dettagliato e specifico che prende atto delle criticità del territorio ed elabora strategie condivise per trovare le soluzioni giuste”.

SICUREZZA ASPETTO PRIORITARIO
Non un copia e incolla di vecchi programmi, ma un documento frutto di un lavoro intenso a stretto contatto con la città, centro e frazioni, giovani e anziani, associazioni e forze vive del territorio. “La sicurezza è un aspetto che da più parti ci viene sollecitato come prioritario – ha sottolineato la Mele – Il nostro sarà un approccio fermo e deciso: porteremo avanti la battaglia per il diniego alla realizzazione di una nuova moschea e un continuo monitoraggio di quella esistente. Stessa fermezza riguardo all’immobile acquistato in zona industriale dall’associazione islamica Media valle del Tevere al fine di scongiurare l’evenienza che si realizzi un luogo di culto e aggregazione abusivo. Ci impegneremo sia per dare vita alla caserma dei Carabinieri con un significativo incremento dell’organico, sia per implementare la videosorveglianza. Sarà nostra premura, inoltre, abrogare l’assessorato all’immigrazione e creare un più significativo assessorato alle politiche familiari, sociali e alle disabilità”.

IL PROGRAMMA
Tra le proposte più importanti emergono, nel capitolo economia, la volontà di creare un ufficio dedicato alla ricerca di bandi e finanziamenti e promuovere l’insediamento di nuove realtà industriali e artigianali, oltre all’incentivazione per l’assunzione di nuovi occupati in particolare giovani, donne e disoccupati ultra quarantenni.

Nella stessa direzione di rilancio vanno l’introduzione della “tariffa puntuale” per la Tari e del “baratto amministrativo” come strumento per ridurre la pressione fiscale. Il ripristino della “Consulta dei giovani” e la rivalutazione di “Musica per i borghi” sono solo una parte del progetto più ampio legato al rilancio culturale che guarda al coinvolgimento delle frazioni e delle associazioni in modo da individuare un calendario di eventi valido per l’intero anno.

Grande importanza riservata al turismo, con la riapertura dell’info point, l’istituzione di una Consulta del turismo e l’ideazione di un portale digitale, alla tutela dell’ambiente e territorio, con il progetto di messa in sicurezza della “diretta del Cerro” e la valorizzazione delle sponde del fiume Nestore, alla sanità, alle frazioni e al rilancio del centro storico con l’apertura di nuove attività commerciali e la riduzione di imposte locali.

   
© ALLROUNDER