Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

VANNINICANDIDATO


E rilancia il patto generazionale.


Solita malandata piéce politica post sconfitta: “Non ci affrettiamo, serve calma, analisi a fine gennaio (se va bene), le cose si fanno a freddo, etc”.

 

Io li conosco, li conosco bene, perché è dalla mia prima esperienza da consigliere comunale che c’ho a che fare con questa manfrina in souplesse tra 2 (talvolta anche più) correnti, che denatura il tutto.

Mi rispiego meglio: abbiamo perso malissimo quindi il Commissario Regionale ( tra i pochissimi ebbi il coraggio di dire subito che era per tanti motivi, non ultima la provenienza umbra, una scelta sbagliata) deve DIMETTERSI.

Poi serve una immediata ed approfondita analisi della sconfitta a tutto campo; inoltre occorre, ed è fondamentale, dare vita ad un PATTO GENERAZIONALE, insomma che ci si incontri lontano dalle vecchie correnti sulle idee, sulla visione futura della nostra regione e su di una opposizione forte al sovranismo; ma il quale Patto, e questo è il tema cui tengo di più, ci metta in condizione di ascoltare veramente la gente e proporre soluzioni serie e pratiche soprattutto per chi soffre, per gli umbri che hanno nelle famiglie bisogni gravi ed urgenti e che sono stati lasciati soli.

Un grande Progetto verso gli ultimi, ecco il primo vero obiettivo di cui si dovrà occupare il Patto Generazionale per l' Umbria.

Per inciso: il sottoscritto, lunedì mattina, subito dopo la sconfitta, si è immediatamente dimesso da Segretario del PD di Todi.

Perché alle parole devono seguire i fatti. SEMPRE.

di Andrea Vannini

Commenti   

#3 CarlandreaCaprossini 2019-11-04 21:21
Come dice il proverbio:
"Errare è umano, dare la colpa agli altri è più umano".
Vannini, mi ripeto, la sconfitta del PD (sto ancora recitando ininterrottamente preghiere per ringraziare Dio) è devoluta a 49 anni di sprechi e malagestione nascosti da un capillare controllo dell'informazione e dalla divulgazione di notizie autoreferenziali.
Finalmente gli elettori se ne sono accorti.
A questo si deve aggiungere che per le elezioni vi siete accoppiati con chi vi aveva fatto cadere dopo che per oltre un biennio, sia voi che loro, avete sbandierato ai 4 venti la volontà di non accoppiarvi mai.
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 Freddo 2019-11-04 10:31
Mi pare abbastanza solare che dietro questa uscita dal partito,mascherata da dimissioni post-sconfitta,ci sia la voglia di entrare fra non molto nel partito dei perdenti,quelli che dovevano lasciare la politica,quelli che "lo faccio per il bene degli italiani", cioè Italia Viva di Renzi-Boschi!!
Ma anche prossimamente della dimissionaria Marini,della vice ministra Ascani......
Vero Andrea?
Un po' di lealtà verso chi ti ha votato due anni fa non la metti in conto????
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Filippo Linotti 2019-11-04 08:04
Torna alle origini che ci guadagni!!!!
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER