Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

lemmonioboreo


Stando ad indiscrezioni verosimili, a breve il Tempio della Consolazione ospiterà anche un'istallazione di Maurizio Cattellan.


Grazie ad impegno, lungimiranza e sensibilità oltre alle notevoli risorse messe a disposizione,  una città ormai datata torna agli antichi splendori grazie ad istallazioni  che donano nuovo lustro anche ai vecchi manufatti che ospita.

Le copie delle "Colonne di Todi" da anni ormai contribuiscono a dare slancio  alla silhouette un po' "curvy"  del Tempio della Consolazione impreziosendo anche con piacevoli contrasti di colore la  diafane pietre della vecchia struttura, così contribuendo in maniera sostanziale a risvegliare l'interesse per una costruzione edile altrimenti destinata all'oblio.

Del tempo si è perso, ma si può ancora recuperare. 
Risale infatti al 2009, come riporta la stampa del tempo (https://www.iltamtam.it/2009/09/01/settembre-2009/), la lungimirante proposta, frutto di accurati studi, di spostare il tempio dal prato in altro luogo per dare un idoneo sito alle due colonne riportando in loco anche la "vecchia stele di Stefano Ruta che da lì vicino, troppo frettolosamente a quanto pare, venne spostata anni fa, quando ancora le sensibilità artistiche nella città erano meno sviluppate di ora".

Comunque non tutto il male viene per nuocere. Nonostante l'ingombrante presenza, a breve sul prato prenderà il via un secondo step  "di formazione di dialoghi culturali volti a rendere Todi città virtuosa e protagonista". "Un progetto che ha la finalità di far riflettere sulla natura umana, sulla sofferenza e sulla solidarietà" e che si svilupperà dal Prato alla Torre, fino a dentro il "Garage di Maggiaprile".(cfr La voce di Todi).

E sembra che anche Maurizio Cattellan uno dei più grandi artisti italiani "post-dadaisti e post-duchampiani" sia interessato a dare un proprio personale contributo.

Dopo il suo grande «Stadium 1991», composto da un lunghissimo tavolo da calcetto, con undici giocatori senegalesi e altrettanti scelti tra le riserve del Cesena esposto alla Galleria di Arte moderna di Bologna, qualche gallerista attaccato al muro con lo scotch o mascherato da fallo rosa e la grande opera con Papa Giovanni Paolo II schiacciato a terra da un grosso meteorite e circondato da vetri infranti, sembra si voglia cimentare ad impreziosire le nude pietre della struttura insistente sul prato.

Da noi contattato non ci ha voluto fornire nessuna dichiarazione, ma siamo riusciti a "rubare" la foto di uno schizzo dell'impianto che sembra confermare la veridicità delle indiscrezioni.

CONSOLAZIONECAT
 CONSOLAZIONECAT1

di Lemmonio Boreo

Commenti   

#3 luca 2020-01-23 13:18
Concordo con Antonio Rossi.
Intanto comincio ad intrecciare la corda.
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 lemmonio 2020-01-22 23:24
Ogni riferimento a fatti o persone è puramente casuale
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Antonio Rossi 2020-01-22 13:11
Spero che tu abbia voluto fare dell'ironia, conciare in quel modo la Consolazione sarebbe ammissibile solo a patto di impiccarci davanti Cattelan e tutti quelli che lo hanno autorizzato. Per completare l'installazione.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER