giovanni chiappalupi
   
   
Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

sensinipassero


Sensini Passero (Lega): "Gruppo di volontari per migliorare la sicurezza dei cittadini".


"Ennesimo bancomat preso di mira a Massa Martana da delinquenti che operano nottetempo, in pieno centro e senza che nessuno li abbia notati, è arrivato il momento di potenziare la sicurezza a Massa Martana e nelle frazioni attraverso la predisposizione di un’associazione di cittadini che volontariamente prestino servizio sul territorio quali osservatori della sicurezza urbana".

A parlare è la referente locale della Lega, Luana Sensini Passero.
"Come già più volte ricordato - continua la Sensini Passero - ci sono risorse pubbliche a disposizione che le giunte del Pd non hanno mai voluto utilizzare per contrastare l'illegalità a tutela della sicurezza dei cittadini. Non possiamo più permettere ai banditi di scorrazzare indisturbati per il centro di Massa Martana a far saltare i bancomat, in quartieri residenziali e sotto i nostri palazzi.

Ricordo che gli osservatori per la sicurezza urbana sono dei volontari voluti dal legislatore da impiegare per il controllo dei centri abitati, come previsto dal decreto del ministro dell’Interno dell’8 agosto 2009.
Paradossale l'atteggiamento del PD locale che continua a parlare di “ronde”, paragonandoli alle squadracce del Ventennio fascista: evidentemente, per loro, questi volontari sarebbero più pericolosi dei ladri, degli spacciatori e dei banditi.

Secondo la normativa vigente - spiega l'esponente leghista - i volontari per la sicurezza hanno l’obbligo di segnalare tramite cellulare o ricetrasmittente alle forze dell’ordine, uniche autorizzate a intervenire, ogni comportamento sospetto sul territorio e pericoli di vario genere per la cittadinanza. Gli osservatori per la sicurezza urbana non sono armati: prevengono i furti nelle case e lo spaccio di droga con la loro presenza e le loro segnalazioni.

A Massa Martana si tratterebbe di una misura di sicurezza in più, da affiancare al servizio già svolto da Polizia, Carabinieri e dai metronotte - continua la Sensini Passero - potenziando la vigilanza soprattutto nelle ore serali e notturne. Pur senza nutrire troppe speranze sul fatto che l’attuale giunta comunale sia più lungimirante di quella passata, mi chiedo: perché dovremmo rinunciare ai volontari della sicurezza a Massa Martana, specie dopo il bancomat fatto esplodere, in pieno centro, all’Intesa San Paolo?".

   
© ALLROUNDER