Bruno Bertini
   

partitodemocrat


"Disagi per i residenti di via Del Duomo, Del Seminario, Santa Prassede, di Borgo, Valle Bassa"


Le scelte dell’Amministrazione comunale per il centro storico continuano a venire prese senza alcuna condivisione con la cittadinanza e i residenti.

È di questi giorni, infatti, la scelta di rendere Piazza del Popolo isola pedonale permanente chiudendo il transito per “Borgo”. Neanche a dirlo, non c’è stato nessun coinvolgimento delle associazioni di categoria, operatori e residenti per ragionare sul da farsi.

Questa volta la scusa usata è stata quella di avere più spazio per permettere alle attività che hanno i tavoli, di poterli aumentare, come concesso da decreto del governo per la ripresa post lock down. È evidente che è stata presa la palla al balzo per portare a compimento un disegno che la giunta voleva realizzare da tempo, ovvero rendere la Piazza non più per tutti ma solo per pochi eletti “unti dal signore”.

Secondo noi la scelta di chiudere in modo permanente il centro storico si poteva prendere in considerazione se, di pari passo, si fosse concepito un piano alternativo alla attuale viabilità in grado di garantire e migliore la fruibilità della Piazza. Non solo non c’è nessun piano alternativo di viabilità, ma per molto tempo sino a ieri, l’impianto di risalita dal parcheggio di Porta Orvietana ha chiuso alle 18:00 e, come se non bastasse, la linea A che fa il giro delle mura di Todi non passa più né per il Corso né per “Borgo”.

Con questa situazione, per esempio, un cittadino, magari anziano, che risiede a metà del Corso, per arrivare in Piazza, o ci arriva a piedi o, sempre a piedi, arriva a Porta Romana, prende la linea A, scende alla Consolazione e da lì prende la linea E che lo porta a Piazza Jacopone: praticamente un percorso ad ostacoli!

Il centro storico è, inoltre, un importante nucleo abitativo e i disagi che subiscono i residenti a causa di questa scelta sono notevoli. I residenti di via Del Duomo, Del Seminario, Santa Prassede, di Borgo, Valle Bassa, …, sono tra i più penalizzati. La ripresa è durissima per tutte le attività comprese quelle dei centri storici. Siamo convinti che la scelta di rendere un isola pedonale permanente Piazza del Popolo e chiudere la viabilità per “Borgo” non aiuti gli operatori economici del centro storico. Proprio in questo periodo in cui la crisi da coranavirus incide negativamente sul flusso turistico, per la ripresa e sostenere le attività del centro, si dovrebbe puntare ancora di più sulle attività locali, incentivando la frequentazione della città. Le scelte di questa amministrazione non vanno in questo senso.

Come Partito Democratico abbiamo ben presente il contributo che danno le attività del Centro per rendere più attrattiva Todi, per questo vanno sostenute e coinvolte nei processi decisionali sulle scelte della città.

Comunicato stampa Partito Democratico Todi

Commenti   

#3 Filippo Linotti 2020-06-25 23:44
Antonio e c'e' di peggio, con l'avallo delle opposizioni che dormono sonni lisergici. Gira voce di strane transazioni, di strane gestioni di servizi , di strane costruzioni di parcheggi, di strani lavori ordinari svolti dagli operai comunali. Mah!!!!! Hai ragione sono responsabile di questo scempio. In verita' il mio voto era stato indiretto, chissa' che Andrea si renda conto!!!!
Citazione | Segnala all'amministratore
#2 luca 2020-06-25 19:39
fanno entrare le auto vi lamentate, fanno l'isola pedonale vi lamentate....
Citazione | Segnala all'amministratore
#1 Antonio rossi 2020-06-25 11:24
Da quando la giunta in carica si è insediata, il centro storico è stato concesso in comodato d'uso a privati, che - grazie anche a laute sovvenzioni municipali - lo sfruttano per proprio interesse economico (deformandolo in rave party od in ristorante od in campo di calcetto, secondo i casi) col pretesto di rivitalizzarlo facendo "venire su la gente". I responsabili dello scempio sono tutti coloro che hanno dato il voto a questi personaggi, che emanano ordinanze anti accattonaggio mai applicate, che promettono telecamere di sicurezza inesistenti, che privano gli abitanti di un servizio essenziale quale è l'ospedale della MVT senza alcun tornaconto per la popolazione. Ed ora continua, con la scusa della ripartenza, l'exploitation della città più vivibile del mondo.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER