Bruno Bertini
   
Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

ruggiano2Comunicato stampa congiunto Forze politiche di maggioranza.

In questi giorni, more solito, abbiamo dovuto assistere al farisaico ed ipocrita atteggiamento del Partito Democratico, in relazione a quello che è stato spacciato per il “Nuovo Centro commerciale di Ponterio”.
Siamo consapevoli del ruolo della opposizione e di come rientri nelle “regole del gioco” interpretare a proprio vantaggio le cose, ma arrivare a stravolgere del tutto la verità, ci sembra, onestamente, troppo.
A questo punto, sembra necessario tornare a chiarire qualche breve punto, che dia il senso di come, contrariamente a quanto è stato sino ad ora detto, è proprio il centrodestra ad essere, ancora una volta, al fianco del piccolo commerciante.

Nel dicembre del 2005, più esattamente il 6, la Regione dell’Umbria ha sottoscritto con il Ministero delle Infrastrutture, l’Accordo di Programma Quadro per la realizzazione dei programmi innovativi d’intervento denominati “Contratti di Quartiere II”.


Nel nostro Comune, ha preso vita il progetto di riqualificazione dell’abitato di Ponterio.
Senza scendere troppo nel dettaglio, lo schema generale del Contratto di Quartiere di Ponterio ha previsto la possibilità di vantaggi edificatori (in sintesi una maggiore superficie edificabile) per i proprietari di immobili che avessero necessità di riqualificare la proprietà.
L’unica area che non avrebbe dovuto essere oggetto di interventi era quella restrostante l’abitato di Ponterio e prospiciente all’argine, che aveva destinazione agricola.
Ebbene, come per miracolo quell’area venne trasformata in edificatoria, con il voto contrario di tutto il centrodestra.
Il Partito Democratico decise di attribuire a quell’area, in origine agricola, le seguenti volumetrie:
Edilizia Residenziale Metri Quadrati 4798 100 % della SUL
Attività terziaria Metri Quadrati 960 20 % della SUL
Attività Commerciale Metri Quadrati 960 20 % della SUL
Attività Artigianale Metri Quadrati 960 20 % della SUL

Sull’area, quindi, ad oggi è possibile realizzare:1

960 metri quadrati ad esempio di servizi a rete, comunicazioni, servizi, servizi commerciali, gastronomia, turismo, ospitalità, servizi assicurativi e bancari
960 metri quadrati di commerciale puro
960 metri quadrati di attività artigianale, quindi ad esempio pizzerie, pasticcerie, estetiste, parrucchiere et coetera.


Al momento, quindi, possono essere realizzati quasi tremila metri quadrati di spazi commerciali.
Nessuno spazio per servizi alla città, per aree verdi, piste ciclabili, aree attrezzate per l’infanzia e servizi per la persona.
Solo una maxi operazione di cementificazione del territorio.
Un business senza alcuna prospettiva, se non il profitto privato, peraltro legittimo.
Se considerassimo una media di 50 metri quadrati a spazio, al momento, grazie alla programmazione del Partito Democratico, sarebbero realizzabili circa 60 negozi.

A questo progetto, che ucciderebbe davvero il resto del commercio di Todi, il centrodestra ha sempre detto, orgogliosamente, no.
Noi vogliamo una Todi diversa, in cui prosperi il commercio, in cui il piccolo imprenditore si senta coccolato, possa avere la serenità di guardare al futuro.
Una Todi in cui siano scongiurate le cementificazioni del territorio.
La nostra idea non è mai cambiata.

In questi mesi di duro lavoro, abbiamo, invece, aperto la strada ad un’altra ipotesi, che vedrà sviluppo, crescita e miglioramento della situazione esistente.

Si è deciso di investire il futuro di quella zona in un progetto serio, avanzato e di grande prospettiva.
E così, si è lavorato su una diversa destinazione urbanistica della zona, che dia la possibilità di operare per il bene della città.
Una ipotesi che aprirà la strada alla possibilità di realizzare una area verde e una pista ciclabile.
Che potrà dare spazio alla possibilità di accorpare il prossimo intervento edilizio in un unico corpo di fabbrica, evitando le cementificazioni del territorio inutili e dannose.
Soprattutto, che ci darà la possibilità, unendo le volumetrie, di operare affinché ci siano solo tre o quattro grandi spazi commerciali e non l’intervento frazionato e massiccio che avevamo davanti.

Al momento, offriamo alla nostra Città la possibilità di approvare una variante che non aggiunge un solo metro quadrato alla possibilità edificatoria, che salva il futuro dei piccoli commercianti, offrendo solo sviluppo e progresso alla nostra città.

Di fatto, la variante prevederà la seguente modifica2

Il centrodestra di Todi ha bene presenti quali siano le priorità della nostra città, quali siano le esigenze dei piccoli commercianti e quali quelle degli imprenditori, che rappresentano, tra l’altro, il nostro punto di riferimento.

Noi stiamo lavorando per il futuro della città.
Non siamo noi quelli che hanno previsto il “centro commerciale”, ma il Partito Democratico.
Non siamo noi quelli che hanno approvato una variante che ha trasformato una area agricola in edificabile, ma il Partito Democratico.

Noi stiamo risolvendo i problemi, quelli che abbiamo trovato.

Coerentemente con la linea di trasparenza della amministrazione sarà nostra cura organizzare al più presto una assemblea per illustrare alla cittadinanza il progetto.
Commercio, spazio verde e centri di aggregazione sono il nuovo biglietto da visita di Todi che non ha paura delle sfide del futuro ma vuole conciliare modernità e tradizione per tornare ad essere protagonista nella media valle del Tevere e nella regione. Si auspica infine che le attività commerciali e gli occupati provengano prevalentemente dal territorio tuderte, chiudendo così il cerchio tra commercio, sviluppo e occupazione, indispensabili per il raggio economico della città.

 

Commenti   

#25 CarlandreaCaprossini 2018-01-15 13:32
@ maldestrao

diciamo che non mi sono spiegato (un sinistro acìvrebbe scritto che non hai caapito...)

se annullare il progetto significa porre il comune nelle condizioni di dover pagare i danni all'azienda ed imbarcarsi in una inutile e dispensiosa causa che cmporterebbe ulteriore sperpero di denaro pubblico mi pare ovvio che la cosa più saggia è quella di far completare il percorso impossto a suo tempo dalle giunte di sinistra...
Citazione | Segnala all'amministratore
#24 maldestro 2018-01-04 18:24
Quindi si possono prevedere interventi del genere senza dibatterli in consiglio e metterli a votazione?
Mi pare una str...ata ...
Citazione | Segnala all'amministratore
#23 CarlandreaCaprossini 2017-12-26 17:52
@ maldestro

se le carte sono state redatte 2durante" la campagna elettorale, sicuramente non potevano essere dibattute prima... non credi?
La giunta precedente ha dato inizio ai lavori a due mesi dalle elezioni...
ah ma forse tu dormivi, come tutti gli altri elettori del centrosinistra...
Citazione | Segnala all'amministratore
#22 Maldestro 2017-12-25 19:17
Incredibilmente certe carte saltano fuori ora. Eppure sono cose dibattute. Una volta si facevano accessi agli atti, si studiavano i documenti prima di parlare. Anche prima di andare a fare proclami in campagna elettorale.
Il depuratore si spostava, il centro commerciale non si faceva... e ora? Siete un finto pd, tanto valeva tenere Rossini
Citazione | Segnala all'amministratore
#21 CarlandreaCaprossini 2017-12-24 13:19
Colui che capisce quando è il momento di combattere e quando non lo è, sarà vittorioso.
(Sun Tzu)
Citazione | Segnala all'amministratore
#20 Mantellodelsindaco 2017-12-23 11:27
Dite all'uomo col mantello e il cappello che gli affari suoi privati e di altre persone li fanno a parte...l'uomo col mantello! Ma Rossini che fine ha fatto? Apparte scherzi sta alle Haway?
Citazione | Segnala all'amministratore
#19 Marco 2017-12-23 06:54
Epifani era un altra cosa. Questi di casapound... no comment. Quando si è assenti si ha sempre torto
Citazione | Segnala all'amministratore
#18 Flic 2017-12-22 12:59
Dice perché l'hanno fatto prima di natale, ecco proprio per questo perché poi mo' viene natale zum zum. Io glielo auguro a Ruggiano e PRIMIERI che tutto scompaia sotto l'albero. Già anche l'alberone non si parla più, però mi sembra se tanto mi da di più che dalla befana saranno noie. Anche perché 70 80 90 Mila euro servivano a tante cosucce.
Citazione | Segnala all'amministratore
#17 CarlandreaCaprossini 2017-12-22 11:48
@ akessia

no grazie
sei talmente acida che con le tue tagliatelle mi verrebbe la salmonellosi
Citazione | Segnala all'amministratore
#16 Rimba 2017-12-21 22:07
Però se volete essere onesti è vero che il PD ci ha messo la faccia e ha tenuto intero il gruppo ma allora bisogna fa i complimenti anche alla Peppucci perché la Lega era divisa.
Citazione | Segnala all'amministratore
   
© ALLROUNDER