Bruno Bertini
   
Corso Sub
   

RossiniSaranno ed Antonino Ruggiano a sfidarsi nel turno di ballottaggio del 25 ruggianogiugno. 

Carlo Rossini, appoggiato dalle liste Partito Democratico (2573 voti) , Socialisti e Popolari- La sinistra per Todi (762 voti) e Todi Città aperta (159 voti) ha conquistato 3566 voti pari al 39.85%.
Antonino Ruggiano, appoggiato dalle liste Forza Italia (1078 voti) Fratelli d'Italia (609 voti) e Todi per la famiglia (277 voti) ha raggiunto 2151 voti (24.04%).

nocascianellaComunicato stampa Comitato "No Cascianella".

Ma Rossini prima di scrivere a proposito del depuratore ha chiesto l'ordine ai suoi?

Vale a dire a MARCO BATTISTINI, SIMONE MARIA BERRETTONI, MASSIMILIANO GIOFFRE', EMIRJONA GJEKA, LUCA MARINELLI, CHIARA PEPI, DANIELE POLVERINI, MANUEL VALENTINI E ANDREA VANNINI ?

Chi sono? Tre Consiglieri comunali compreso il capogruppo, un assessore ed altri esponenti, tutti del PD nostrano!

Cosa hanno fatto? Nulla di particolare!

nocascianellaComunicato stampa Comitato "No Cascianella".

Non siamo noi a sostituirci ai tecnici! 

E' lui ad averlo fatto sostituendosi a loro con la scellerata lettera del 16 luglio 2012! I tecnici avevano già deciso per il sito di Camagna, è stato lui a sconfessare il loro operato! Se non avesse bocciato il sito di Camagna, con la sua lettera del 16 luglio 2012, il depuratore a quest'ora Todi lo avrebbe già avuto funzionante. 

E' lui che ha "regalato" alla nostra città ben 5 anni di inquinamento. 

E' lui che ha fatto ritardare la costruzione del depuratore a Camagna da mesi dichiarato idoneo avendo già superato tutte le procedure e le valutazioni tecniche ed ambientali!

nulliandreaadi Andrea Nulli - Candidato a Sindaco Comune di Todi.

“Siamo arrivati alla fine di questa entusiasmante campagna elettorale, durante la quale abbiamo sentito la palpabile vicinanza e l’interesse dei cittadini di Todi”. Così scrive in una nota Andrea Nulli, candidato sindaco per CasaPound Italia.

“Il nostro motto deciso e senza compromessi, come la nostra politica, ‘Prima gli Italiani” ha ispirato tutta la nostra campagna elettorale. Oggi tutti sembrano parlare di immigrazione, case popolari, lavoro per gli italiani, come facile argomento di campagna elettorale, ma è da anni che noi conduciamo queste battaglie, raccogliendo firme per la modifica del regolamento regionale sull’edilizia popolare, richiedendo una preferenza nell’assengazione per i cittadini di questa Nazione, presentando proposte di legge sulla preferenza ai figli degli italiani negli asili pubblici”.

Rossinidi Carlo Rossini - Candidato a Sindaco Comune di Todi.

Al termine di questa campagna elettorale mi sento innanzitutto di dire grazie. Grazie ai candidati consiglieri delle liste del Partito Democratico, dei Socialisti e Popolari - la sinistra per Todi e di Todi città aperta. Il loro contributo è stato determinante per proporre e diffondere la nostra visione della città per i prossimi cinque anni, con risultati già raggiunti, progetti e idee da realizzare.
Grazie a tutti coloro che ho incontrato in questi anni da Sindaco e in questi giorni intensi di campagna elettorale. Il loro affetto e sostegno, ma anche il confronto spesso franco e serrato, ci hanno consentito di lavorare per il bene comune e di darci nuovi traguardi da raggiungere.
Vorrei concludere i giorni di campagna elettorale con un appello al voto in vista di domenica 11 giugno. Noi abbiamo scelto di mostrarci per quello che siamo: una squadra ancora una volta unita, che ha prodotto risultati, molto lavoro e che ha tanti progetti per fare di Todi una comunità in crescita e sempre migliore.

ruspolinielistadi Adriano Ruspolini - Lega Nord Todi.

“I miserevoli attacchi personali che Rossini e i suoi sostenitori mi hanno rivolto sono per me una medaglia conquistata sul campo. La mia storia personale parla per me: ho servito la mia Patria per più di quarant’anni e se servisse sarei pronto a farlo anche domani. Non mi aspetto, certo, altrettanto da chi oggi si riempie la bocca di espressioni come “servitore dello Stato” e “istituzioni democratiche” e nomina la “bandiera”, ma in questi anni non è stato capace di rispettare nemmeno il tricolore che sventola sul palazzo comunale, lasciato sporco e logoro al punto da spingermi a regalarne uno al Comune, tramite un Consigliere comunale, per mettere fine a una simile vergogna.
Quanto alla mia adesione alla Lega sono fiero di essere iscritto ad un partito che, grazie alla svolta del suo segretario Matteo Salvini, ha scelto un ideale chiaro, semplice e concreto: “prima gli italiani! Sempre e comunque”.

PIZZICHINIFLORIANdi Floriano Pizzichini - Candidato a Sindaco Comune di Todi.

Il viaggio che abbiamo iniziato più di un anno e mezzo fa è stato un percorso fatto di plurali. Non di singoli, di persone semplici, cittadini. Donne, uomini, ragazzi, menti e cuori liberi.

Siamo consapevoli che solo con la forza di tutti riusciremo ad essere determinanti e dare un nuovo "domani" a Todi.

In queste intense settimane non abbiamo denigrato, non abbiamo dileggiato, non abbiamo fatto volantinaggi anonimi e strappato manifesti. Con umiltà e rispetto abbiamo raccontato una altra idea di città: plurale, moderna, sicura e libera. Siamo diversi da chi gestisce o ha gestito il potere a Todi. 

brozzettidi Stella Brozzetti - Todi Cambia

"Il programma della coalizione che sostiene Floriano Pizzichini tiene conto e vuole risolvere i problemi delle imprese, almeno per quella parte che compete alla amministrazione comunale!" Lo ribadisce la candidata Stella Brozzetti – lista Todi Cambia – che punta tutto sul versante delle imprese per far ripartire Todi che risente ancora pesantemente dei riflessi sfavorevoli della congiuntura economica.

"Essere imprenditori – continua la Brozzetti - in questi ultimi anni è stato ed è tuttora veramente difficile: burocrazia, tasse, concorrenza nazionale ed internazionale , competitività , innovazione, isolamento della nostra regione, tutti temi che conosciamo bene. Il programma che vogliamo condividere con voi è quello concentrato su azioni a sostegno delle imprese per far rifiorire la nostra zona industriale, dove ci sono tante eccellenze che non vogliamo perdere, e far si che altre possano insediarvi perché trovano delle condizioni opportune ed ottimali.

   
© ALLROUNDER