Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

LOGO5STELLEComunicato stampa Tuderti 5 Stelle

Nel 2016 facemmo un comunicato stampa dal titolo “Trent’anni e non sentirCI”

Nel 2017 facemmo un altro comunicato stampa dal titolo “Tanto 30 che 31”

Oggi non troviamo le parole per descrivere quale sia il livello di coerenza di questa maggioranza, composta da forze politiche che in campagna elettorale criticavano il Todi Festival, promettendo di abolirlo ed oggi invece seduti sulle loro poltroncine acconsentono alla realizzazione della trentaduesima edizione.

bloccoincontroprimieriComunicato stampa Blocco Studentesco Todi.

"A seguito del nostro incontro con l'assessore Primieri, per fare presente la situazione della mancanza di riscaldamento al convitto dell'Istituto Agrario, abbiamo appreso che la situazione è stata risolta il giorno dopo l'affissione del nostro striscione di protesta". Lo spiega in una nota Cristian Almasi, responsabile cittadino del Blocco Studentesco, il movimento giovanile di CasaPound.

"Siamo orgogliosi - prosegue Almasi - di essere riusciti a risolvere tempestivamente la situazione e di essere stati ancora una volta efficaci nel nostro ruolo di sindacato studentesco. Continueremo ancora a vigilare presso gli istituti tuderti per verificare che tutte le situazioni denunciate siano risolte il prima possibile".

barberinigfdi Graziano Barberini.

Dagli inizi degli anni 70 alla fine degli anni 90 ho frequentato la destra politica con entusiasmi altalenanti, disillusioni ricorrenti e scazzi discontinui.
Voglio ancora bene a quel piccolo mondo antico in cui, come nel bel film di Stefano Angelucci, c’erano anche tanti puttanieri , a volte reali e spesso immaginari, diversi coglioni e qualche violento. Non c’erano però, tra i militanti del MSI, ladroni e parassiti, vigliacchi e opportunisti. Poi, certo, nel vertice non mancavano badogliani, criptomassoni , generali dei servizi in disarmo ed ascari della DC, verso i quali provavamo un giovanilistico disprezzo che si manifestava con “negazioni assolute ed affermazioni sovrane”. Come il Vittorio Brasile del film, realizzato con 20.00 euro raccolti tra la mitica “base”, a quindici o a venti anni si era fascisti, o meglio fascistelli, non per una impossibile restaurazione di una esperienza storica ovviamente irripetibile e di cui, alla fine, non ce ne fregava piu’ di tanto, ma per marcare con una scelta eretica e dissacrante una alterità esistenziale e una differenza di valori rispetto ai tanti “Camillo sci sci” della DC e ai tanti seriosi coetanei comunisti convinti di rappresentare lo spirito dei tempi ed il senso della storia

devivonuovodi Roberto De Vivo.

L’unica tessera che ho fatto e avuto nella vita è stata quella del PDL: era il lontano 2008 e avevo appena compiuto diciotto anni di età. Fu per me un’esperienza davvero formativa, importante, mi fece crescere molto, non solo politicamente ma esistenzialmente. A un certo punto,

Fini lasciò il partito e Berlusconi chiuse definitivamente il Popolo delle Libertà, tornando a Forza Italia. Mi sentii offeso e abbandonato e non feci più alcuna tessera: per me, da quel preciso momento, si finì una fase politica. Non credevo più nei partiti e cominciai ad abbracciare l’idea che il movimento civico fosse l’unico antidoto contro una politica che tutto faceva meno che gli interessi dei propri cittadini.

TODICIVICAComunicato stampa Todi Civica.

Il comunicato trionfale del consigliere comunale della Lega Nord Francesca Peppucci, che annunciava il voto unanime della maggioranza contro i termovalorizzatori, è miseramente naufragato sulle parole del Sindaco Ruggiano, il quale, nella conferenza dei Sindaci, tenutasi all'Auri ( AUTORITÀ UMBRA DEI RIFIUTI E IDRICA) ha annunciato la disponibilità del Comune di Todi ad ospitare un Termovalizzatore regionale, per bruciare o rifiuti. A differenza della Lega Nord, il gruppo Todi Civica, già al corrente della posizione del primo cittadino tuderte, ha giustamente ritenuto di non partecipare ad un dibattito che, nei fatti, si è rilevato del tutto initile e contraddittorio.
Non è stato inutile, al contrario, apprendere le reali intenzioni del governo cittadino in tema di gestione dei rifiuti.

fascistellilocandinadi Annalisa Terranova - dal Secolo d'Italia.

https://youtu.be/9X1SfKK1iBY

La storia di un ragazzo che bussa alle porte del Msi nel 1993 in un piccolo paese della provincia abruzzese. Vittorio Brasile parte dallo stesso punto esistenziale di tanti: “Sentivo di essere nato in un’epoca che non era la mia”.

Si sogna eroe senza macchia, si inorgoglisce di essere paladino della rivolta che spazzerà via la stagnazione democristiana, si autorappresenta come Capitan Harlock solo (o meglio con altri due camerati del liceo) contro tutti. Questo furore di sottofondo lo farà diventare invece soltanto un “fascistello”: tanta passione, tanta ingenuità e un partito ancora sospeso tra nostalgie anacronistiche e voglia di sedersi nel palazzo, tra gite a Predappio e tentazione di entrare nel circuito della politica che conta.

borzacchiellofdi Francesca Borzacchiello - Coordinatrice comunale Forza Italia.

Il coordinamento comunale marscianese di Forza Italia indice per il giorno 08/02/2018 alle ore 18:30 presso la sede elettorale di Forza Italia in Marsciano, Via XX Settembre una conferenza stampa per la presentazione delle liste del movimento e del programma elettorale della coalizione di centrodestra. Come coordinatrice comunale mi ritengo molto soddisfatta dell'ottimo lavoro fatto dal coordinamento regionale per la composizione delle liste; con grande entusiasmo andremo a presentare candidati che ben conoscono il territorio umbro, in quanto ricoprono o hanno già ricoperto incarichi attivi di amministrazione. Tra questi nomi anche quello di Laura Buco, già assessore di uno dei comuni della Media Valle del Tevere, sostenitrice di molte iniziative politiche nel nostro comune. Il segnale che vuole dare Forza Italia è quello di ripartire con una grande spinta da parte di chi ben conosce e vive le problematiche della nostra regione. 

pdComunicato stampa Gruppo consiliare Partito Democratico Todi.


La Lega di Todi ,con la presentazione nell’ultimo Consiglio Comunale di un ordine del giorno sul No al Termovalorizzatore in Umbria, ha sancito Politicamente, Istituzionalmente e anche Amministrativamente, il proprio fallimento come forza Politica! La Lega di Todi forse non sa o fa finta di non sapere che il Sindaco Antonino Ruggiano, all’Assemblea dei Sindaci del 30 novembre 2017 dell’ A.U.R.I.(Autorità Umbra Rifiuti e Idrico), ha dichiarato (messo a verbale) che è d’accordo al termovalorizzatore! Anzi ha proprio dato la disponibilità ad istallarlo a Todi!
Vedremo le reazioni della Lega quando il Termovalorizzatore sorgerà nella nostra città! La saga continua…

   
© ALLROUNDER