Nuova sanitaria
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
centro servizi
   

pdpresentazionelistaComunicato stampa Partito Democratico Todi.

Ampia partecipazione all’incontro pubblico di inaugurazione del comitato elettorale della coalizione di centrosinistra per la presentazione ufficiale alla città del candidato Sindaco Carlo Rossini e dei candidati consiglieri delle tre liste che lo sostengono (PD, Socialisti e Popolari – La Sinistra per Todi – Realtà Civica, Todi Città Aperta).

All’incontro, svoltosi mercoledì 17 maggio nella sede situata in Via del Crocefisso, hanno portato i loro saluti il segretario regionale del PD Giacomo Leonelli, il segretario regionale del PSI Silvano Rometti e la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini. Presenti in sala esponenti e rappresentanti delle forze politiche del centrosinistra locale e regionale.

pdComunicato stampa Partito Democratico - Todi.

La politica del NO o del tanto peggio tanto meglio irrompe nella campagna elettorale di Todi.
Hanno cominciato con la localizzazione del depuratore secondo la perversa logica per cui è meglio inquinare torrenti,fossi,fiumi, compromettere l’ecosistema e la fauna ittica del Tevere piuttosto che costruire un moderno,efficiente, ambientalmente non impattante nuovo depuratore là dove già ne esiste uno vecchio di quasi trenta anni, obsoleto e insufficiente.
Il centro destra cerca di nascondere le sue scelte sbagliate che già tanto sono costate alla nostra comunità spostando la localizzazione del depuratore per ben tre volte in 5 anni senza arrivare ad alcuna soluzione .

pierdomenicomdi Maurizio Pierdomenico.

E’ veramente bizzarro come oggi la raccolta differenziata e la TARI siano sulla bocca di tutti, in particolare di quelle che sono attualmente le “opposizioni”.
Ho speso anni e tempo nello spiegare prima all’amministrazione Ruggiano e poi all’amministrazione Rossini quali erano le criticità, i dati che corrispondono, i costi duplicati, la gestione a dir poco discutibile di GEST. Tutto ciò con scarsissimi risultati anzi generando anche un senso di fastidio da “rompi”.
La gestione dei rifiuti e tutto quanto si porta con se non è di destra, di sinistra o di centro ma è di TUTTI i cittadini. Non esiste una visione di parte.
Il tema è nella sua complessità abbastanza semplice. Esiste un contratto di servizio con GEST che va fatto rispettare. Quante sanzioni sono state applicate al soggetto gestore? Sempre agli amministratori di cui sopra ho segnalato le inadempienze, risultati?

forzaitaliadi Moreno Primieri e Antonio Serafini - Gruppo consiliare Forza Italia - Todi

Finalmente si delinea con chiarezza quali siano le reali intenzioni che motivano la candidatura del Movimento Civico. Non sfugge a nessuno infatti che i moderati dell'Umbria - Centristi per l'Europa, area politica di riferimento di Maurizio Ronconi, hanno dichiarato di sostenere con forza e convinzione il candidato “civico”. Lo stesso Ronconi, che poco prima delle scorse regionali rassegnò le sue dimissioni da segretario dell’UDC in aperto dissenso col suo partito proprio per l’appoggio centrista alla candidatura di Claudio Ricci, oggi proclama un incredibile dietro-front e sposa proprio il Movimento Civico di Ricci. La cosa che ci lascia ancor più sconcertati è la denuncia dello stesso Ronconi circa le presunte divisioni e le “risse” nel centro destra tuderte. Ma se la critica viene da un soggetto politico che in ogni occasione si è sempre dimostrato un’utile stampella alla sinistra di governo, per noi non può che essere un complimento.

forzaitaliaComunicato stampa Forza Italia Todi.

Il rendiconto presentato dal Sindaco Rossini, relativo ai cinque anni del suo mandato, è lo specchio fedele ed impietoso del disastro di una amministrazione priva di slanci, priva di prospettive, priva di un futuro.
Quattro dati, estrapolati dal disastro che emerge, danno l’idea plastica della situazione.

Il numero degli abitanti
Todi, in cinque anni di Giunta Rossini, passa da 17.420 abitanti a 16.660.
Un crollo secco di circa 800 unità, che non si era mai visto.
La città più vivibile del mondo, ridotta a poco più di un paesello.
È il risultato della miopia di chi non ha voluto sviluppo, non ha promosso investimenti, non ha dato speranza ai giovani. Troppi di noi tuderti sono stati costretti ad andare a vivere fuori e, nonostante la pesante immigrazione, il dato è allarmante.

nulliandreaadi Andrea Nulli - CasaPound Todi.

"Todi, pur essendo lontana dal cratere del sisma e non avendo riportato evidenti danni strutturali, sta attraversando una profonda crisi turistica, con un forte calo delle presenze che si è verificato a seguito dei terremoti di Amatrice e Norcia". Così dichiara in una nota Andrea Nulli, candidato sindaco alle prossime comunali per CasaPound Italia.

"Casapound - prosegue Nulli - propone una defiscalizzazione, ossia l'eliminazione della TARI per tutte le strutture ricettive del Comune e il versamento di meta' importo per bar e ristoranti. Questa ci sembra una buona proposta per aiutare concretamente tutti gli imprenditori che credono ed investono sul territorio tuderte in ambito turistico".

LOGO5STELLEComunicato stampa Tuderti 5 Stelle.

In campagna elettorale si assiste spesso all’ appropriazione indebita di argomenti affrontati da personaggi che raccontano i fatti con una loro fantasiosa interpretazione. Per sgombrare il campo da equivoci e restando alla realtà dei fatti, per la vicenda del DEPURATORE intendiamo rivendicare con forza le azioni da noi condotte.

Il comitato “NOCASCIANELLA” non trovò alcun politico (neanche Ricci) disposto a perorare questa causa.
Soltanto il nostro portavoce al senato, Stefano Lucidi si rese immediatamente disponibile a firmare un documento di testimonianza da allegare alla nostra relazione inviata alla Procura, alla Corte dei Conti, al Ministero delle infrastrutture (Allegato 1)

todiperlafamigliaComunicato stampa "Todi per la famiglia".

Tariffe, servizi, giovani, disabilità e sviluppo: sono questi i temi sui quali si concentrerà l’azione della lista civica “Todi per la famiglia” a sostegno della candidatura di Antonino Ruggiano in vista delle elezioni amministrative dell’11 giugno.
Presentata il 12 maggio nella sala conferenze dell’hotel Fonte Cesia di Todi (una ex chiesa e non una chiesa come riportato da qualche quotidiano locale) la lista civica fa delle proposte concrete la propria forza. Idee e non ideologie, in quanto tutti i candidati – a prescindere dalla loro eventuale appartenenza politica - sono accomunati da un progetto: rendere Todi una città a misura di famiglia. E fare questo, significa raccogliere le istanze reali dei cittadini, cercando di individuare risposte efficaci e raggiungibili.

   
© ALLROUNDER