Bruno Bertini
   
Serena Assistenza
   

HAGAKUREPERGOLESI


Asia Pergolesi in una gara entusiasmante si laurea Campionessa Italiana Juniores di Karate categoria -74 kg.


Ieri al PalaPellicone di Lido di Ostia l'atleta allieva del maestro Rossano Rubicondi ha sbaragliato tutta la concorrenza. 5 incontri disputati 33 punti realizzati, solo 2 subiti in una categoria d'età superiore per Asia lei che è ancora Cadetta e che oltre alla medaglia d'oro è stata premiata come l'atleta piu giovane di tutte le 193 atlete finaliste ieri.

Una vera e propria impresa che arriva ad una settimana esatta da una "salutare scoppola" presa all'Open di Toscana dove è stata eliminata al primo turno per 0-7. Ieri non ce n'era per nessuno.

Questo lo spettacolare ruolino di marcia che la porta fino alla finale
- 7-0 Strippoli Lidia (Puglia)
- 8-0 Pisanu Elisabetta ( (Sardegna)
- 8-0 Leidi Martina (Lombardia) vice-campionessa Italiana 2019
- 8-0 Ulivi Angelica (Toscana)

L'ultimo scalino il più difficile contro la romana Filipek Paulina Katarzyna. Passa in vantaggio Asia 1-0; pareggia e la supera Paulina 1-2; a 30 secondi dalla fine pareggio 2-2. Poi pressing e ricerca costante del punto della vittoria da parte dell'atleta perugina che convince gli arbitri ad assegnargli la vittoria al giudizio alle bandierine visto che l'incontro era finiro in parità. Tutti e 5 gli arbitri per Asia.

Gara finita e la grinta e la concentrazione durata oltre 3 ore di competuzione si rompe in un pianto di gioia per l'impresa compiuta.

Asia "Dedico questa vittoria a tutti i miei compagni di squadra ai miei maestri Rossano Rubicondi e Francesco Puleo, alla mia famiglia ma soprattutto a mia sorella gemella Aurora ferma per un infortunio , ma che presto tornerà più forte di prima.

Sabato altri 3 atleti "hagakuriani" erano saliti sul tatami disputando un'ottima gara ma senza medaglie.
Cavalletti Francesco vince 2 incontri 3-0 e 5-0 e perde poi al terzo incontro alle bandierine dopo che l'incontro era finito 0-0
I gemelli Rufini, Alessio e Samuele, perdono entrambi al primo incontro per 0-1, e come Francesco non vengono "ripescati" per un soffio visto che i loro avversari si fermano alla semifinale.

Rossano Rubicondi "Sono felice! Raccogliamo i frutti di un lavoro sinergico con il maestro Puleo Francesco, che ha permesso a me in primis e a tutti i miei allievi di crescere e migliorare. Ieri per me era il rientro ufficiale come tecnico FIJLKAM, dopo un po' di anni di assenza. Sono soddisfatto e questo dimostra che qualche volta un passo indietro può rappresentare la rincorsa per fare un grande balzo in avanti"

   
© ALLROUNDER