Bruno Bertini
   
FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed
Pin It
   
   

memorialpanfilidi Simone Mazzi.

Domenica 25 Giugno la comunità di Sant’Angelo di Celle avrà un motivo in più per stringersi attorno alla famiglia Panfili e partecipare alla XIII° edizione del Memorial Federico Panfili. Anche papà Pietro ha raggiunto il figlio perché l’Amore non si vive una sola volta ma tutta la vita. Ci sono vite che durano molto a lungo trascinando dietro di sé solo odio e rancori, ce ne sono altre che nascono e subito muoiono lasciando un grande insegnamento, ce ne sono altre, come quelle di Federico e Pietro, per quanto poco siano durate, destinate a lasciare un segno indelebile nella vita non solo dei familiari, ma di tutti coloro che sono entrati in contatto con loro. Li accomunava un profondo senso di onestà e la disponibilità verso gli altri e tali esempi non si cancellano facilmente, anzi si seguono.

Inserito nella Festa di San Michele Arcangelo – Festa del Grano, l’appuntamento valevole per il Campionato Regionale di ciclismo per Esordienti I° e II° Anno, la collaborazione tra l’A.S. Dilettantistica U.C. NESTOR SEA Marsciano e la Pro-Loco di Sant’Angelo di Celle è una tra le più longeve.
In fondo ciò che si intende promuovere è il valore dello sport come insegnamento di vita, perché ci sono tanti modi per trasmettere i valori della lealtà, dell’impegno, del rispetto, ma lo sport è in grado di raggiungere un maggior numero di persone, poiché, come avviene nel ciclismo a livello dilettantistico, oltre ai giovani e giovanissimi, coinvolge anche le loro famiglie.
Il percorso che dovranno compiere gli atleti parte come di consueto dal cimitero di Sant’Angelo di Celle alle ore 15:00. Lungo il tragitto si incontreranno, come succede nella vita, momenti in cui bisogna spingere, altri in cui lasciare che i pedali vadano da soli, altri in cui occorrerà rimanere in gruppo, altri in cui si dovrà tirare, ma senza sgomitare, perché Federico e Pietro nella loro vita non lo hanno mai fatto per mostrarsi agli altri, ma sono rimasti nel nascondimento, a mandare il cuore oltre l’ostacolo, a spingere chi è ultimo ed è in difficoltà.
Gli organizzatori stanno da tempo preparando questo appuntamento e quest’anno occorrerà lavorare ancora di più, perché sono due i cuori che battono. La famiglia Panfili, commossa, ringrazia sentitamente tutti coloro che a vario titolo si sono impegnati in tutti questi anni, per non far cadere nel dimenticatoio questa manifestazione. È solo una goccia nel mare del dolore del loro cuore, ma comunque è una goccia d’amore, che rinfranca il cuore. Lunedì 11 Luglio prossimo alle ore 21,00 sarà celebrata la Santa Messa nella bellissima Chiesa Parrocchiale che a visto nascere, crescere, e rinascere di nuovo Federico e Pietro.

   
© ALLROUNDER